Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

LE FIBRE: UN ALIMENTO PREZIOSO

Sentiamo molto spesso parlare dell’importanza delle fibre e del fatto che siano indispensabili per il benessere del nostro organismo. Ma è veramente così?

Si, non è un mito da sfatare ma una realtà da confermare. È dimostrato che una dieta ad alto contenuto di fibre alimentari contribuisca a mantenere basso il livello di colesterolo nel sangue e svolga un’azione preventiva contro il tumore del colon, confermando quanto oncologi e medici affermano convintamente, cioè che la prevenzione inizia proprio a tavola.

Le fibre sono utili anche per mantenere sotto controllo il peso corporeo, perché aumentano il volume del cibo ingerito, facendo sì che si raggiunga più facilmente il senso di sazietà.

Va inoltre ricordato un dato importante: la carenza di fibre nell’alimentazione può causare stipsi, emorroidi e malattie intestinali come la diverticolosi e anche che un regime povero di fibre solitamente tende a essere ricco di grassi, fattore questo che provoca l’aumento del peso e il rischio di malattie cardiovascolari.

Quando si parla di “fibre alimentari” non si allude a una singola sostanza ma in generale alle parti commestibili di cereali, frutta, verdura e legumi. Ne esistono due tipi che riportiamo di seguito:

  1. Fibre solubili: sono quelle che vengono scisse dai microrganismi che si trovano nel tratto finale dell’intestino, dando origine ad acidi grassi a catena corta che vengono assorbiti nel sangue e che pare abbiano effetti riduttivi del colesterolo. L’orzo , l’avena, i piselli, i fagioli, le mele e gli agrumi sono ottime fonti di fibre solubili;

  2. Fibre insolubili: sono quelle che non vengono scisse durante il passaggio nell’intestino e che aumentano il volume delle feci facilitandone il movimento lungo il tratto digerente. Queste fibre aiutano a prevenire la stipsi e a garantire una buona funzione intestinale e si trovano nella frutta secca, nella crusca di grano, nella verdura e nei cereali integrali in genere.

Va detto, comunque, che la maggior parte degli alimenti di origine vegetale contiene entrambi i tipi di fibre, con proporzioni variabili da un alimento a un altro.

Inoltre è bene fare una precisazione: un apporto repentino di fibre può comportare un eccesso di produzione di gas intestinali, con conseguente meteorismo e altri inconvenienti, quindi l’incremento deve essere graduale.

Ultime Notizie

mercoledì 16 dicembre 2020 ore 17:15
La Germania chiude tutto fino al 10 gennaio. In Italia quasi settecento decessi
All’ultimo incontro governo-regioni Luca Zaia sembra aver proposto misure restrittive da zona rossa fino all’epifania chiedendo provvedimenti più rigidi rispetto a quanto previsto dal decreto Natale e dall'ultimo dpcm. A sostegno di...

LEGGI TUTTO


sabato 12 dicembre 2020 ore 17:21
Scende l’indice Rt, ma i decessi sono ancora alti
L'indice Rt in Italia scende a 0,82 ma ancora diverse regioni a rischio alto. Da domenica Lombardia, Piemonte, Calabria e Basilicata entrano in zona gialla, mentre l’Abruzzo passa in zona arancione...

LEGGI TUTTO


lunedì 07 dicembre 2020 ore 17:45
Nuove restrizioni in Puglia, mentre l’Abruzzo si autoproclama “arancione”
Il bollettino rilasciato dal Ministero della Salute di oggi riporta che il numero dei guariti in Italia è salito a 933.132(+19.638 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei...

LEGGI TUTTO


venerdì 04 dicembre 2020 ore 17:21
Cambio colore di alcune regioni e nuovo bollettino
Dopo l’analisi degli attuali indici di contagio Rt, il Ministro Speranza ha firmato le ordinanze che prevedono il cambio di colore per alcune regioni a partire da domenica 6 dicembre...

LEGGI TUTTO


venerdì 27 novembre 2020 ore 17:35
Pericolo zona rossa per la Puglia. Cala l’indice Rt nazionale
L'indice di trasmissibilità Rt calcolato sui casi sintomatici nel periodo 4-17 novembre è sceso a 1,08. Il bollettino rilasciato dal Ministero della Salute di oggi riporta che...

LEGGI TUTTO



LE FRAGOLE

Alimenti della salute

LE FRAGOLE

PARLIAMO DI OBESITA'

Sovrappeso e obesità

PARLIAMO DI OBESITA'

Questo sito utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies.