Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Ultime Notizie


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 09-07-2020

giovedì 09 luglio 2020 ore 17:10
Risalgono oltre le 200 unità i nuovi positivi con la Lombardia che fa registrare quasi il 52% di essi. Gli altri indicatori rimangono sostanzialmente stabili.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 193.978  (+338 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.926 unità (+12 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 229. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (119);
  • Emilia Romagna (29);
  • Lazio (28);
  • Piemonte (16);
  • Veneto (10).

Sono ancora ricoverate con sintomi 871 persone (28 meno di ieri) e 69 si trovano in terapia intensiva (-2 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 12.519 persone (-106 rispetto a ieri).

 

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 08-07-2020

mercoledì 08 luglio 2020 ore 17:15
È scattata la massima allerta per i nuovi focolai tra cui un cluster nel Bresciano e il caso dei bengalesi di ritorno in Italia. Inoltre, sono stati sospesi i voli dal Bangladesh e bloccati a Roma e Milano aerei dal Qatar.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 193.640  (+825 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.914 unità (+15 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 193. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (71);
  • Emilia Romagna (49);
  • Piemonte (25);
  • Lazio (14).

Sono ancora ricoverate con sintomi 899 persone (41 meno di ieri) e 71 si trovano in terapia intensiva (+1 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 12.625 persone (-607 rispetto a ieri).


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 07-07-2020

martedì 07 luglio 2020 ore 17:35
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 192.815 (+574 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.899 unità (+30 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 138. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (53);
  • Emilia Romagna (31);
  • Toscana  (19);
  • Veneto (14).

Sono ancora ricoverate con sintomi 940 persone (6 meno di ieri) e 70 si trovano in terapia intensiva (-2 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 13.232 persone (-459rispetto a ieri).

 


CORONAVIRUS: AUMENTANO LE PERSONE IN ISOLAMENTO DOMICILIARE

lunedì 06 luglio 2020 ore 18:05
I nuovi positivi sono poco sopra le 200 unità con il 53,4% in Lombardia. In controtendenza l’aumento delle persone in isolamento domiciliare (+68) e ricoverate (+1).

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 192.241 (+133 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.869 unità (+8 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 208. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (111);
  • Emilia Romagna (38);
  • Campania (27);
  • Lazio (19).

Sono ancora ricoverate con sintomi 946 persone (1 in più di ieri) e 72 si trovano in terapia intensiva (-2 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 13.691 persone (+68 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 03-07-2020

venerdì 03 luglio 2020 ore 18:00
Sale ancora la curva epidemica nelle ultime 24 ore, mentre diminuiscono i morti. La regione con il maggior numero di contagi rimane la Lombardia (+115 dall’ultimo rilevamento).

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 191.467 (+384 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.833 unità (+15 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 223. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (115);
  • Emilia Romagna (27);
  • Piemonte (16);
  • Lazio (11);
  • Campania (10).

Sono ancora ricoverate con sintomi 956 persone (7 meno di ieri) e 79 si trovano in terapia intensiva (-3 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 13.849 persone (-166 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 02-07-2020

giovedì 02 luglio 2020 ore 18:15
Le ultime rilevazioni evidenziano un leggero peggioramento dei numeri rispetto a 24 ore fa, infatti i morti salgono a 30 (21 nella sola Lombardia) e i nuovi positivi passano da 187 a 201 (98 in Lombardia).

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 191.083 (+366 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.818 unità (+30 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 201. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (98);
  • Emilia Romagna (27);
  • Veneto (20);
  • Piemonte (13);
  • Lazio (11).

Sono ancora ricoverate con sintomi 963 persone (62 meno di ieri) e 82 si trovano in terapia intensiva (-5 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 14.015 persone (-128 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 01-07-2020

mercoledì 01 luglio 2020 ore 18:10
Rimane stabile il numero dei morti con un piccolo aumento dei nuovi positivi (58% nella sola Lombardia).

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 190.717 (+469 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.788 unità (+21 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 187. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (109);
  • Emilia Romagna (16);
  • Piemonte (16).

Sono ancora ricoverate con sintomi 1.025 persone (65 meno di ieri) e 87 si trovano in terapia intensiva (-6 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 14.143 persone (-237 rispetto a ieri).

 


LE MASCHERINE SONO IMPORTANTI!

mercoledì 01 luglio 2020 ore 14:00
Nello studio eseguito dal professor Richard Davis, direttore del laboratorio di microbiologia clinica al Providence Sacred Heart Medical Center in Spokane, viene rimarcata l’importanza sull’uso delle mascherine chirurgiche.

I risultati del test sono stati pubblicati su Twitter dallo stesso Richard Davis con annesse prove fotografiche:

Ho starnutito, cantato, parlato e tossito verso una piastra di coltura di agar con o senza mascherina. Le colonie di batteri mostrano dove le goccioline sono cadute. Una mascherina le blocca sostanzialmente".

Va precisato che Richard Davis non fa riferimento alla presenza del Covid-19 nelle goccioline ma di batteri generici. Rispondendo alla domanda di un utente in merito alla diversità esistente tra virus e batteri ha, poi, scritto:

I batteri sono incredibilmente diversi dai virus. Ma visto che si ritiene che il Covid-19 si diffonda soprattutto attraverso le droplets, sfrutto la presenza di batteri nelle droplets per mostrare dove vanno”.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 30-06-2020

martedì 30 giugno 2020 ore 18:01
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 190.248 (+1.052 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.767 unità (+23 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 142. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (62);
  • Campania (24);
  • Emilia Romagna (20);
  • Piemonte (11).

Sono ancora ricoverate con sintomi 1.090 persone (30 meno di ieri) e 93 si trovano in terapia intensiva (-3 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 14.380 persone (-900 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 29-06-2020

lunedì 29 giugno 2020 ore 18:10
Il numero dei morti è il più basso dal 28 febbraio e i contagi sono in flessione rispetto a ieri.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 189.196 (+305 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.744 unità (+6 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 126. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (78);
  • Emilia Romagna (16).

Sono ancora ricoverate con sintomi 1.120 persone (40 meno di ieri) e 96 si trovano in terapia intensiva (-2 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 15.280 persone (-143 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 27-06-2020

sabato 27 giugno 2020 ore 18:07
I nuovi dati registrano 8 decessi (2 vittime in Lombardia, 1 nel Lazio, 3 in Piemonte, 1 in Umbria e 1 in Liguria. In tutte le altre Regioni zero decessi).

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 188.584 (+969 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.716 unità (+8 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 175. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (77);
  • Emilia Romagna (42);
  • Lazio (18);
  • Toscana (12);
  • Piemonte (11).

Sono ancora ricoverate con sintomi 1.260 persone (96 meno di ieri) e 97 si trovano in terapia intensiva (-8 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 15.479 persone (-698 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 26-06-2020

venerdì 26 giugno 2020 ore 18:14
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 187.615 (+890 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.708 unità (+30 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 259. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (156);
  • Emilia Romagna (46);
  • Piemonte (15);
  • Lazio (13).

Sono ancora ricoverate con sintomi 1.356 persone (159 meno di ieri) e 105 si trovano in terapia intensiva (+2 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 16.685 16.177 persone (-508 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 25-06-2020

giovedì 25 giugno 2020 ore 18:05
I contagi nel mondo superano i 9,4 milioni con una situazione preoccupante in America Latina, in cui peraltro  non si è ancora raggiunto il picco.

Nuovo focolaio a Bologna negli stabilimenti della Bartolini con più di 50 positivi. Anche a Mondragone (provincia di Caserta) è stato individuato un focolaio con 49 positivi al covid-19 dove, a causa di alcuni tafferugli successivi all’istituzione di una zona rossa, sono dovute intervenire le forze dell’ordine.

L’OMS, dopo i nuovi casi esplosi in Germania (più di 1.500), lancia l’allarme: “preoccupante aumento dei contagi in Europa”.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 186.725 (+614 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.678 unità (+34 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 296. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (170);
  • Emilia Romagna (47);
  • Piemonte (20);
  • Campania (17);
  • Liguria (14);
  • Lazio (10).

Sono ancora ricoverate con sintomi 1.515 persone (95 meno di ieri) e 103 si trovano in terapia intensiva (-4 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 16.685 persone (-253 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 22-06-2020

lunedì 22 giugno 2020 ore 18:15
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 183.426 (+533 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.657 unità (+23 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 218. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (143);
  • Emilia Romagna (22);
  • Bolzano (11).

Sono ancora ricoverate con sintomi 2.038 persone (276 meno di ieri) e 127 si trovano in terapia intensiva (-21 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 18.472 persone (-38 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 21-06-2020

domenica 21 giugno 2020 ore 18:10
Gli ultimi dati evidenziano che non ci sono vittime in ben 16 regioni e che i decessi totali di giornata sono 24, mai così bassi dal 2 marzo. I morti sono concentrati nella Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Liguria. Diminuiscono, rispetto a ieri, anche i nuovi positivi che ammontano a 224 (circa il 57% in Lombardia).

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 182.893 (+440 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.634 unità (+24 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 224. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (128);
  • Piemonte (26);
  • Emilia Romagna (23).

Sono ancora ricoverate con sintomi 2.314 persone (160 meno di ieri) e 148 si trovano in terapia intensiva (-4 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 18.510 persone (-76 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 19-06-2020

venerdì 19 giugno 2020 ore 18:18
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 181.907 (+1.363 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.561 unità (+47 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 251. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (216);
  • Emilia Romagna (27);
  • Piemonte (26);
  • Toscana (10).

Sono ancora ricoverate con sintomi 2.632 persone (235 meno di ieri) e 161 si trovano in terapia intensiva (-7 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 18.750 persone (-1.316 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 18-06-2020

giovedì 18 giugno 2020 ore 18:10
Torna a salire il numero dei ricoverati gravi e quello dei deceduti con solo quattro regioni senza nuovi contagiati. La Lombardia registra quasi il 65% dei nuovi positivi e il 54% dei decessi delle ultime 24 ore.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 180.544 (+1.089  rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.514 unità (+66 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 333. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (216);
  • Emilia Romagna (32);
  • Piemonte (31).

Sono ancora ricoverate con sintomi 2.867 persone (246 meno di ieri) e 168 si trovano in terapia intensiva (+5 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 20.066 persone (-583 rispetto a ieri).

 


CORONAVIRUS: ASSEMBRAMENTI A NAPOLI NEL POST COPPA ITALIA

giovedì 18 giugno 2020 ore 14:00
Grandi polemiche a Napoli per i festeggiamenti dei tifosi dopo la vittoria della Coppa Italia, scatenando l’ira degli utenti dei social che hanno denunciato assembramenti e assenza di mascherine.

Ranieri Guerra (direttore aggiunto dell'OMS) ha dichiarato: “Sciagurati! In questo momento non ce lo possiamo permettere. Fa male vedere queste immagini. Ricordo quanto ha contato la partita dell'Atalanta all'inizio dell'epidemia in Lombardia nella diffusione dei contagi. Non vorrei che si ripetesse proprio ora, che il Comitato Tecnico Scientifico ha cercato di accogliere le proposte del Figc per non limitare del tutto il gioco del calcio, come da scienza e coscienza medica sarebbe suggerito”.

Anche il leader della Lega, Matteo Salvini, ha attaccato De Luca (Governatore della regione Campania): “Mi domando dov'era il signor De Luca, quello che voleva usare il bazooka. Siccome hanno rotto le scatole a me per la distanza e la mascherina, qui c'erano molte migliaia di persone.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 17-06-2020

mercoledì 17 giugno 2020 ore 18:20
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 179.455 (+929 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.448 unità (+43 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 329. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (242);
  • Piemonte (29);
  • Emilia Romagna (14);
  • Lazio (10).

Sono ancora ricoverate con sintomi 3.113 persone (188 meno di ieri) e 163 si trovano in terapia intensiva (-14 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 20.649 persone (-442 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 16-06-2020

martedì 16 giugno 2020 ore 18:01
Solo 210 nuovi positivi con il 68% in Lombardia, mentre 8 regioni registrano zero contagi. I deceduti aumentano rispetto a ieri, pur rimanendo abbondantemente sotto le 50 unità.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 178.526 (+1.516 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.405 unità (+34 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 210. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (143);
  • Piemonte (29);
  • Emilia Romagna (13).

Sono ancora ricoverate con sintomi 3.301 persone (188 meno di ieri) e 177 si trovano in terapia intensiva (-30 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 21.091 persone (-1.122 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 15-06-2020

lunedì 15 giugno 2020 ore 18:10
Minimo di deceduti nelle ultime 24 ore e solo 2 regioni con più di 10 nuovi positivi. In controtendenza la Lombardia che registra l’85% dei contagi totali.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 177.010 (+640 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.371 unità (+26 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 303. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (259);
  • Emilia Romagna (11).

Sono ancora ricoverate con sintomi 3.489 persone (105 meno di ieri) e 207 si trovano in terapia intensiva (-2 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 22.213 persone (-258 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 14-06-2020

domenica 14 giugno 2020 ore 18:15
Sono 8 le regioni con zero nuovi contagi, mentre la Lombardia fa ancora segnare il 72% dei nuovi positivi totali.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 176.370 (+1.505 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.345 unità (+44 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 338. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (244);
  • Piemonte (30);
  • Emilia Romagna (17);
  • Lazio (14).

Sono ancora ricoverate con sintomi 3.594 persone (153 meno di ieri) e 209 si trovano in terapia intensiva (-11 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 22.471 persone (-1.047 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 13-06-2020

sabato 13 giugno 2020 ore 18:08
I dati di oggi rispecchiano sostanzialmente quelli di ieri con 7 regioni che registrano zero nuovi positivi e solo 5 che superano i 10 contagi, tra queste la Lombardia che registra il 60% del totale.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 174.865 (+1.780 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.301 unità (+78 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 346. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (210);
  • Piemonte (40);
  • Emilia Romagna (28);
  • Lazio (25);
  • Veneto (13).

Sono ancora ricoverate con sintomi 3.747 persone (146 meno di ieri) e 220 si trovano in terapia intensiva (-7 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 23.518 persone (-1.359 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 12-06-2020

venerdì 12 giugno 2020 ore 18:14
Crescono leggermente i nuovi positivi rispetto a ieri con un’incidenza della regione Lombardia ancora una volta notevole (il 70% dei casi totali), mentre rimangono stabili i decessi.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 173.085 (+1.747 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.223 unità (+56 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 393. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (272);
  • Emilia Romagna (33);
  • Piemonte (31);
  • Lazio (27).

Sono ancora ricoverate con sintomi 3.893 persone (238 meno di ieri) e 227 si trovano in terapia intensiva (-9 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 24.877 persone (-1393 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 11-06-2020

giovedì 11 giugno 2020 ore 18:05
Impennata di nuovi contagi che tornano a superare le 300 unità (il 66% in Lombardia) con solo 4 regioni che registrano zero nuovi positivi (Sicilia, Umbria, Valle d’Aosta e Molise).

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 171.338 (+1.399 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.167 unità (+53 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 379. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (252);
  • Piemonte (42);
  • Emilia Romagna (25);
  • Lazio (20);
  • Liguria (10);
  • Toscana (10).

Sono ancora ricoverate con sintomi 4.131persone (189 meno di ieri) e 236 si trovano in terapia intensiva (-13 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 26.270 persone (-871 rispetto a ieri).


MENO POSITIVI PERCHÉ SI FANNO MENO TAMPONI

giovedì 11 giugno 2020 ore 13:30
La Fondazione Gimbe, nel suo ultimo report, evidenzia la diminuzione dei tamponi eseguiti. Il trend dei tamponi totali nelle ultime 2 settimane risulta del -12,6%, mentre il trend dei tamponi diagnostici è crollato del 20,7% in prossimità delle riaperture del 4 maggio, per poi calare nuovamente del 18,1% in vista delle riaperture del 3 giugno. Infatti, i test eseguiti sono passati dai 442.052, fatti dal 17 al 24 maggio, ai 431.727, effettuati dal 25 al 31 maggio, per poi diminuire ancora nella settimana successiva (357.796).

Sotto la media nazionale c’è la Lombardia, i cui tamponi effettuati sono passati da 83.633 (25-31 maggio) ai 68.103 (1-7 giugno). Secondo la Fondazione sono proprio le regioni con una significativa circolazione del virus ad aver ulteriormente ridotto i tamponi diagnostici invece di potenziarli.

Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, ha concluso l’analisi denunciando che l’attività di testing non è più una priorità per molte regioni e se sommata ai ritardi delle stesse nella comunicazione dei dati, porta a un quadro assai vago dell’effettivo contagio oggi presente sul territorio.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 09-06-2020

martedì 09 giugno 2020 ore 18:20
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 168.646 (+2.062 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.043 unità (+79 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 283. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (192);
  • Lazio (23);
  • Piemonte (21);
  • Emilia Romagna (18).

Sono ancora ricoverate con sintomi 4.581persone (148 meno di ieri) e 263 si trovano in terapia intensiva (-20 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 28.028 persone (-1.690 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 08-06-2020

lunedì 08 giugno 2020 ore 18:12
Dagli ultimi dati si evidenzia un piccolo incremento dei nuovi positivi rispetto ai valori di ieri. Ben 7 regioni non registrano nessun nuovo contagio e 5 regioni hanno un solo nuovo positivo. La regione che registra, ancora una volta, valori significativi è la Lombardia che ha positivi (nelle ultime 24 ore) pari al 69,3% del totale.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 166.584 (+747 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 33.964 unità (+65 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 280. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (194);
  • Emilia Romagna (20);
  • Lazio (16);
  • Piemonte (14);
  • Liguria (14).

Sono ancora ricoverate con sintomi 4.729 persone (135 meno di ieri) e 283 si trovano in terapia intensiva (-4 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 29.718 persone (-393 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 07-06-2020

domenica 07 giugno 2020 ore 18:05
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 165.837 (+759 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 33.899 unità (+53 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 197. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (125);
  • Emilia Romagna (14);
  • Liguria (13);
  • Lazio (11);
  • Piemonte (10).

Sono ancora ricoverate con sintomi 4.864 persone (138 meno di ieri) e 287 si trovano in terapia intensiva (-6 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 30.111 persone (-471 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 05-06-2020

venerdì 05 giugno 2020 ore 18:10
Crescita di positivi in Lombardia che trascina i dati nazionali sopra le 500 unità. La regione Lombardia vede quadruplicare i propri dati rispetto a quelli di ieri passando da 84 a 402 in sole 24 ore.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 163.781 (+1.886 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 33.774 unità (+84 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 518. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (402);
  • Piemonte (49);
  • Emilia Romagna (17);
  • Liguria (14).

Sono ancora ricoverate con sintomi 5.301 persone (202 meno di ieri) e 316 si trovano in terapia intensiva (-22 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 31.359 persone (-1.229 rispetto a ieri).

 


COVID-19: CHI SOFFRE DI CALVIZIE CORRE MAGGIORI RISCHI

venerdì 05 giugno 2020 ore 14:20
Il professor Carlos Wambier, della Brown University (USA), ha dichiarato a The Telegraph: "Pensiamo davvero che la calvizie sia un perfetto predittore di gravità". Tale scoperta è stata chiamata “Gabrin Sign” (il segnale di Gabrin) dal nome del primo medico americano calvo a morire per la malattia (dottor Frank Gabrin).

Secondo lo studio del prof. Wambier gli androgeni o gli ormoni maschili, che provocano la caduta dei capelli negli uomini, sarebbero la porta d’ingresso del virus per entrare nelle nostre cellule. Tale tesi sembra essere confermata da altri studi condotti in Spagna. Infatti, su una ricerca pubblicata sul Journal of American Academy of Dermatology su 122 pazienti che si sono dimostrati positivi in tre diversi ospedali di Madrid, ben il 79% soffrivano di calvizie.

In conclusione, va sottolineato che gli studi condotti sono su di un campione molto piccolo, non sufficiente per trarre delle evidenze scientifiche. Ulteriori ricerche chiariranno se c’è o meno correlazione tra ormoni maschili e covid-19.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 04-06-2020

giovedì 04 giugno 2020 ore 18:20
Dall’ultimo monitoraggio dei dati emerge che per la prima volta abbiamo tutte le regioni con contagi al di sotto dei 100 positivi, anche se i decessi sono cresciuti un po’ rispetto a ieri restando, comunque, sotto le 100 unità.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 161.895 (+957 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 33.689 unità (+88 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 177. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (84);
  • Piemonte (24);
  • Liguria (21);
  • Emilia Romagna (18);
  • Lazio (11).

Sono ancora ricoverate con sintomi 5.503 persone (239 meno di ieri) e 338 si trovano in terapia intensiva (-15 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 32.588 persone (-614 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 03-06-2020

mercoledì 03 giugno 2020 ore 18:12
L’ultima rilevazione segnala ben 9 regioni con nessun contagio con la sola Lombardia che fa segnare ancora numeri rilevanti.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 160.938 (+846 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 33.601 unità (+71 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 321. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (237);
  • Piemonte (19);
  • Liguria (17);
  • Emilia Romagna (14);
  • Campania (12);
  • Lazio (10).

Sono ancora ricoverate con sintomi 5.742 persone (174 meno di ieri) e 353 si trovano in terapia intensiva (-55 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 33.202 persone (-367 rispetto a ieri).

 


TEST DIAGNOSTICI DA SALIVA PER AUMENTARE GLI SCREENING DI MASSA

mercoledì 03 giugno 2020 ore 16:10
Il test sulla saliva si basa sulla medesima tecnologia utilizzata per i tamponi e produce gli stessi risultati. La differenza sostanziale è data dal fatto che in questo caso si raccoglie un campione di saliva in una provetta anziché prelevarlo con un bastoncino dal naso o dalla gola. Secondo uno studio dell’Università di Yale è un test poco invasivo e soprattutto sembrerebbe essere più efficace dei tamponi.

Il campione si raccoglie facendo sputare il soggetto in un imbuto, la saliva scivola in un liquido di conservazione contenuto all’interno di una provetta che verrà, poi, spedita in laboratorio per essere analizzata.

Questo procedimento è già utilizzato negli Stati Uniti dove viene effettuato anche a domicilio ed è stato appena autorizzato in Giappone. Il Ministro della Sanità giapponese ha detto ai giornalisti che questo nuovo test consentirà di diminuire notevolmente gli oneri che derivano dalle misure di prevenzione consentendo di aumentare gli screening di massa e ridurre il rischio per gli operatori.

Anche in Europa presto sarà disponibile un test rapido in grado di diagnosticare la positività al covid-19 dalla saliva, in circa un’ora.

 


CORONAVIRUS: SÌ AL RITORNO DEI TIFOSI ALLO STADIO

mercoledì 03 giugno 2020 ore 09:25
Matteo Bassetti, virologo del San Martino di Genova, conferma le parole del prof. Alberto Zangrillo (primario dell’Ospedale San Raffaele di Milano) in merito al fatto che clinicamente il coronavirus si stia affievolendo.

Il prof. Bassetti ha sottolineato come i malati siano diminuiti anche se non è stato ancora dimostrato se ciò è avvenuto perché il virus ha perso carica virale o perché l'organismo si è adattato, aggiungendo: “Non voglio dare false speranze però potrebbe anche darsi che questo virus si sia adattato all'ospite e adesso saremo più capaci di difenderci”.

Alla domanda se sia possibile far tornare i tifosi allo stadio, il prof.  Bassetti (a radio Marte) ha risposto che se riapriranno cinema e teatri, con i distanziamenti necessari, potranno riaprire anche gli stadi, naturalmente con le giuste misure di sicurezza. Infine, ha concluso l’intervista auspicando un repentino ritorno alla normalità, poiché c'è bisogno di tornare a parlare di altre cose che non siano il covid-19 e il calcio è una di queste.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 01-06-2020

lunedì 01 giugno 2020 ore 18:30
I dati di oggi confermano il trend di discesa della curva di contagio e, per la prima volta, tutte le regioni rilevano contagi al di sotto delle 100 unità.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 158.355 (+848 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 33.475 unità (+60 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 178. Le Regioni più colpite sono:

  • Liguria (56);
  • Lombardia (50);
  • Piemonte (21);
  • Emilia Romagna (19);
  • Lazio (10).

Sono ancora ricoverate con sintomi 6.099 persone (288 meno di ieri) e 424 si trovano in terapia intensiva (-11 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 34.844 persone (-409 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 31-05-2020

domenica 31 maggio 2020 ore 18:21
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 157.507 (+1.874 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 33.415 unità (+75 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 355. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (210);
  • Piemonte (54);
  • Emilia Romagna (31);
  • Lazio (13);
  • Liguria (12).

Sono ancora ricoverate con sintomi 6.387 persone (293 meno di ieri) e 435 si trovano in terapia intensiva (-15 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 35.253 persone (-1.308 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 30-05-2020

sabato 30 maggio 2020 ore 18:10
I dati di oggi rafforzano il trend degli ultimi giorni con un lieve peggioramento dei deceduti che superano le 100 unità. I contagi scendono un po’ rispetto a ieri con tutte le regioni sotto i 100 positivi con la sola eccezione della Lombardia.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 155.633 (+2.789 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 33.340 unità (+111 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 416. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (221);
  • Piemonte (82);
  • Liguria (32);
  • Emilia Romagna (20);
  • Veneto (12);
  • Toscana (12);
  • Campania (10).

Sono ancora ricoverate con sintomi 6.680 persone (414 meno di ieri) e 450 si trovano in terapia intensiva (-25 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 36.561 persone (-2.045 rispetto a ieri).

 

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 29-05-2020

venerdì 29 maggio 2020 ore 18:15
Dati stazionari in linea con le passate 24 ore. I deceduti sono ancora sotto le 100 unità, mentre il valore dei guariti  scende un po’ rispetto a ieri pur rimanendo un dato apprezzabile. I contagi rimangono stabili rispetto a ieri con la sola Lombardia a segnare dei numeri significativi.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 152.844 (+2.240 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 33.229 unità (+87 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 516. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (354);
  • Piemonte (56);
  • Emilia Romagna (38);
  • Lazio (16);
  • Liguria (14);
  • Campania (10).

Sono ancora ricoverate con sintomi 7.094 persone (285 meno di ieri) e 475 si trovano in terapia intensiva (-14 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 38.606 persone (-1.512 rispetto a ieri).

 


CORONAVIRUS: PROBABILE UNA SECONDA ONDATA

venerdì 29 maggio 2020 ore 14:20
L'allarme lanciato sia dall'Oms, sia dall'Iss è: "in autunno ci saranno nuove ondate di coronavirus".

Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss),  parlando in un’audizione alla Commissione Bilancio della Camera, ha evidenziato come si sia superata la curva di picco dell'infezione e si è in una fase di controllo. Ha, poi, aggiunto che l'attenzione nell'identificare e isolare precocemente i casi sospetti, in questo periodo, deve essere massima. Ciò si traduce nell’individuazione di sistemi di monitoraggio e  nella capacità di risposta sanitaria a eventuali nuovi focolai.

Lo strumento importante al fine di identificare ed isolare tempestivamente i casi positivi è sicuramente l’app immuni, anche se non può essere definita come lo strumento “magico” col quale sconfiggere il propagarsi dei contagi.

Sulla stessa linea di pensiero di Brusaferro è l'inviato speciale dell' Oms per il Covid-19 David Nabarro, il quale ha dichiarato che il coronavirus  non è scomparso e con l'allentamento delle restrizioni ci si deve preparare all'arrivo di nuove ondate che si diffonderanno molto velocemente.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 28-05-2020

giovedì 28 maggio 2020 ore 18:10
Dati incoraggianti dalla nuova rilevazione giornaliera. I deceduti scendono sotto le 100 unità e i guariti salgono notevolmente rispetto a ieri. I contagi rimangono stabili rispetto alle ultime 24 ore con la sola Lombarida a segnare dei numeri significativi.

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 150.604 (+3.503 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 33.142 unità (+70 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 593. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (382);
  • Emilia Romagna (74);
  • Piemonte (58);
  • Lazio (21);
  • Liguria (16);
  • Veneto (12).

Sono ancora ricoverate con sintomi 7.379 persone (350 meno di ieri) e 489 si trovano in terapia intensiva (-16 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 40.118 persone (-2.614 rispetto a ieri).

 


LA COREA DEL SUD RICHIUDE PER IL COVID-19

giovedì 28 maggio 2020 ore 13:15
In seguito a un nuovo record giornaliero dei contagi da coronavirus (79 positivi in 24 ore), il più alto in circa due mesi, il ministro della Sanità Park Neung-hoo della Corea del Sud ha annunciato il ripristino del lockdown nell'area metropolitana di Seul.

La chiusura inizierà domani per le prossime due settimane ed è stato chiesto alle aziende di rafforzare lo smart working e altre misure di lavoro flessibile.

Il nuovo provvedimento non incide sulle scuole le quali riaprono come previsto. Nei luoghi affollati, come bar e ristoranti, saranno vietati gli assembramenti, mentre chiuderanno musei, parchi e gallerie d'arte. Gli istituti religiosi e i luoghi di culto dovranno essere vigili per far rispettare le regole imposte per contenere i contagi.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 27-05-2020

mercoledì 27 maggio 2020 ore 18:20
Nuovo aumento dei contagi e dei deceduti. La sola Lombardia fa registrare il 65% dei nuovi positivi. Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 147.101 (+2.443 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 33.072 unità (+117 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 584. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (384);
  • Piemonte (73);
  • Liguria (39);
  • Emilia Romagna (16);
  • Toscana (12);
  • Lazio (11).

Sono ancora ricoverate con sintomi 7.729 persone (188 meno di ieri) e 505 si trovano in terapia intensiva (-16 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 42.732 persone (-1.772 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 26-05-2020

martedì 26 maggio 2020 ore 18:15
Si consolida il trend di discesa dei dati delle ultime settimane. Nelle 24 ore non si è avuta nessuna vittima in Valle D'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Alto Adige, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata e Calabria. Per quanto riguarda i contagi, la maglia nera va ancora alla regione Lombardia, l’unica che presenta più di 100 casi positivi al covid-19 (+159 nelle ultime 24 ore).

Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 144.658 (+2.677 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 32.955 unità (+78 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 397. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (159);
  • Piemonte (86);
  • Liguria (53);
  • Emilia Romagna (24);
  • Lazio (18);
  • Campania (12).

Sono ancora ricoverate con sintomi 7.917 persone (268 meno di ieri) e 521 si trovano in terapia intensiva (-20 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 44.504 persone (-2.070 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 25-05-2020

lunedì 25 maggio 2020 ore 18:07
Diminuisce ancora il numero dei contagi, mai così bassi dal primo marzo. Solo la regione Lombardia presenta più di 100 casi positivi al covid-19 (+148 nelle ultime 24 ore). Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 141.981 (+1.502 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 32.877 unità (+92 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 300. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (148);
  • Piemonte (48);
  • Emilia Romagna (29);
  • Veneto (11);
  • Liguria (17);
  • Lazio (16).

Sono ancora ricoverate con sintomi 8.185 persone (428 meno di ieri) e 541 si trovano in terapia intensiva (-12 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 46.574 persone (-854 rispetto a ieri).

 


60.000 ASSISTENTI CIVICI PER I COMUNI

lunedì 25 maggio 2020 ore 13:15
Francesco Boccia (Ministro per gli affari regionali e le autonomie) domenica ha annunciato, con una nota, il progetto degli “assistenti civici”. Il governo pubblicherà, tra qualche giorno, un bando per reclutare 60.000 assistenti e sarà rivolto a pensionati, inoccupati, lavoratori in cassa integrazione o persone che ricevono il reddito di cittadinanza o altre forme di sostegno al reddito.

Gli assistenti civici saranno dei volontari coordinati dalla Protezione Civile, il cui compito sarà quello di aiutare le autorità locali a gestire la “Fase 2” dell’emergenza coronavirus, informando le persone delle regole da rispettare per evitare il dilagare del contagio e chiamando la polizia municipale quando necessario. Inoltre, saranno impiegati per altre attività di aiuto alle fasce più deboli della popolazione.

I volontari non riceveranno nessun compenso per il lavoro profuso, saranno sempre riconoscibili grazie a una casacca blu con la scritta “assistente civico” e non avranno alcun potere di polizia (non potranno fare multe). Lavoreranno per un massimo di 16 ore distribuite in 3 giorni fino al 31 luglio (data in cui scadrà lo stato di emergenza) e godranno di un’assicurazione per infortuni o incidenti.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 24-05-2020

domenica 24 maggio 2020 ore 18:12
Finalmente un numero “basso” di decessi e di contagi. Quasi tutte le regioni hanno registrato contagi sotto quota 100 a eccezione della Lombardia (+285 positivi nelle ultime 24 ore). Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 140.479 (+1.639 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 32.785 unità (+50 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 531. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (285);
  • Piemonte (43);
  • Emilia Romagna (45);
  • Veneto (17);
  • Toscana (15);
  • Liguria (53);
  • Lazio (20).

Sono ancora ricoverate con sintomi 8.613 persone (82 meno di ieri) e 553 si trovano in terapia intensiva (-19 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 47.428 persone (-1.057 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 23-05-2020

sabato 23 maggio 2020 ore 18:07
Calano ancora i decessi rispetto alla giornata di ieri, mentre gli altri dati rispecchiano i numeri degli ultimi giorni. Ben 5 regioni hanno registrato zero contagi, mentre le altre sono sotto quota 100 a eccezione, ancora una volta, della Lombardia (+441 positivi nelle ultime 24 ore). Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 138.840 (+2.120 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 32.735 unità (+119 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 669. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (441);
  • Piemonte (60);
  • Emilia Romagna (43);
  • Veneto (10);
  • Toscana (12);
  • Liguria (38);
  • Lazio (18);
  • Campania (11).

Sono ancora ricoverate con sintomi 8.695persone (262 meno di ieri) e 572 si trovano in terapia intensiva (-29 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 48.485 persone (-1.285 rispetto a ieri).

 


NEANCHE IL TAMPONE È DEL TUTTO AFFIDABILE

sabato 23 maggio 2020 ore 10:45
Ad oggi è sicuramente il test più affidabile, ma anche il tampone nasofaringeo presenta delle criticità. A sottolinearlo è il prof. Massimo Galli (responsabile del dipartimento malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano): “A oggi il test con il tampone ha una percentuale di riuscita del 70%”.

I fattori di errore che possono portare a un falso negativo sono molteplici:

  • l’uso superficiale del tampone;
  • errori di laboratorio;
  •  metodologia sbagliata.

Inoltre, risulta decisivo il momento in cui si effettua il tampone durante la fase di infezione. Infatti, se effettuato in un arco temporale in cui la carica virale è minima, può sfuggire al test e dare, quindi, un falso negativo nonostante l’infezione sia in atto.

A rendere complicato l’individuazione del momento ideale per effettuare il tampone è il fatto che ancora non si conosce con precisione né il tempo di incubazione del virus, né il periodo entro il quale un soggetto è contagioso. Ci sono dei pazienti che sono rimasti positivi anche 40-60 giorni dopo la scomparsa dei sintomi dell’infezione.

In uno studio pubblicato sul Jama (Journal of American Medical Association) viene riportato che a seguito di uno screening eseguito su 205 pazienti affetti da coronavirus, la positività al test nasofaringeo è risultata del 63%. Molto più alto, perciò più certo, è il test eseguito su campioni di “lavaggio broncolaveolare” (93%). Ciò conferma la tesi del prof. Galli.

La speranza è che le ricerche in corso possano dare le risposte fin qui cercate sul covid-19 al fine di ideare un test più preciso e facile da eseguire.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 22-05-2020

venerdì 22 maggio 2020 ore 18:12
Lieve calo dei decessi rispetto alla giornata di ieri, mentre gli altri dati rispecchiano i numeri degli ultimi giorni. Tutte le regioni riportano contagi al di sotto di quota 100 contagiati a eccezione della Lombardia (+293 positivi nelle ultime 24 ore). Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 136.720 (+2.160 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 32.616 unità (+130 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 652. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (293);
  • Piemonte (87);
  • Emilia Romagna (53);
  • Veneto (21);
  • Toscana (35);
  • Liguria (45);
  • Lazio (31);
  • Puglia (27).

Sono ancora ricoverate con sintomi 8.957 persone (312 meno di ieri) e 595 si trovano in terapia intensiva (-45 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 49.770 persone (-1.281 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 21-05-2020

giovedì 21 maggio 2020 ore 18:00
I dati delle ultime 24 ore non registrano una diminuzione dei decessi rispetto a ieri e lasciano invariati i numeri relativi alle altre voci del contagio. Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta, infatti, che il numero dei guariti è salito a 134.560 (+2.278 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 32.486 unità (+156 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 642. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (316);
  • Piemonte (105);
  • Emilia Romagna (33);
  • Toscana (18);
  • Liguria (55);
  • Lazio (25).

Sono ancora ricoverate con sintomi 9.269 persone (355 meno di ieri) e 640 si trovano in terapia intensiva (-36 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 51.051 persone (-1.401 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 20-05-2020

mercoledì 20 maggio 2020 ore 18:15
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta dei dati che ricalcano quelli di ieri, infatti nelle ultime 24 ore il numero dei guariti è salito a 132.282 (+2.881 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 32.330 unità (+161 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 665. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (294);
  • Piemonte (158);
  • Emilia Romagna (50);
  • Veneto (33);
  • Toscana (14);
  • Liguria (32);
  • Lazio (28).

Sono ancora ricoverate con sintomi 9.624 persone (367 meno di ieri) e 676 si trovano in terapia intensiva (-40 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 52.452 persone (-1.970 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 19-05-2020

martedì 19 maggio 2020 ore 18:10
Purtroppo risalgono i dati relativi a deceduti e contagi con la Lombardia che torna ad avere numeri preoccupanti. Il bollettino dalla Protezione Civile di oggi riporta dei dati che frenano il trend positivo dei giorni precedenti, infatti nelle ultime 24 ore il numero dei guariti è salito a 129.401 (+2.075 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 32.169 unità (+162 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 813. Le Regioni più colpite sono:

  •  Lombardia (462);
  •  Piemonte (108);
  •  Emilia Romagna (47);
  •  Veneto (47);
  •  Liguria (66);
  •  Lazio (20).

Sono ancora ricoverate con sintomi 9.991 persone (216 meno di ieri) e 716 si trovano in terapia intensiva (-33 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 54.422 persone (-1.175 rispetto a ieri).

 


VACCINO DI OXFORD NON HA FUNZIONATO SULLE SCIMMIE

martedì 19 maggio 2020 ore 13:15
Il vaccino, noto come ChAdOx1 nCov-19 che attualmente è in sperimentazione sugli esseri umani, negli ultimi test condotti sui macachi rhesus, è risultato inefficace. Infatti, tutte e sei le scimmie coinvolte sono risultate positive al coronavirus dai tamponi nasali.

Le scimmie, già vaccinate, una volta esposte al covid-19 sono risultate infettate. I risultati dei test hanno evidenziato che tutte e sei le scimmie vaccinate avevano la stessa quantità di virus nel naso delle scimmie non vaccinate.

Una nota di speranza è rappresentata dal fatto che nessun macaco vaccinato ha sviluppato danni ai polmoni, cosa che invece è accaduta in due delle tre scimmie senza vaccino.

Eleanor Riley, professoressa di immunologia e malattie infettive all’Università di Edimburgo, ha sollevato non pochi dubbi sui dati dello studio di Oxford, dichiarando: “Se si ottenessero risultati simili nell’uomo, il vaccino fornirebbe probabilmente una protezione parziale contro le malattie nel ricevente, ma sarebbe improbabile che riduca la trasmissione nella comunità in senso ampio”.

La sperimentazione, che coinvolge 1.110 persone, continua. Dopo il finanziamento di 90 milioni, il governo Britannico ha annunciato un ulteriore investimento di 65,5 milioni di dollari nello studio sui vaccini di Oxford.

 


CORONAVIRUS: SPERANZA VACCINO DAGLI USA

martedì 19 maggio 2020 ore 08:25
La Biotecnologia Moderna, società statunitense del Massachusetts, ha comunicato che i primi risultati della sperimentazione del vaccino (denominato mRNA-1273) su 8 pazienti, hanno mostrato come le persone soggette al test clinico abbiano sviluppato anticorpi in modo del tutto simile ai pazienti di Covid-19 che sono guariti. Il vaccino si sarebbe dimostrato essere "sicuro e ben tollerato" non presentando gravi effetti collaterali.

La seconda fase della sperimentazione avverrà a breve e in seguito, a luglio, verrà avviata la “fase 3”. Il farmaco sperimentale è un'immunizzazione a base di Rna che punta a stabilizzare una proteina (spike) del Covid-19. L'obiettivo è creare un meccanismo di difesa per l'organismo.

I dati sugli animali e sull'uomo diffusi finora dalla società non sono ancora stati pubblicati.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 18-05-2020

lunedì 18 maggio 2020 ore 18:15
Per la prima volta da mesi i morti scendono sotto quota 100 e ben 4 regioni registrano zero nuovi contagi. Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta dei dati che rafforzano il trend positivo dei giorni precedenti, infatti nelle ultime 24 ore il numero dei guariti è salito a 127.326 (+2.150 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 32.007 unità (+99 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 451. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (175);
  • Piemonte (72);
  • Emilia Romagna (35);
  • Veneto (9);
  • Toscana (13);
  • Liguria (32);
  • Lazio (39).

Sono ancora ricoverate con sintomi 10.207 persone (104 meno di ieri) e 749 si trovano in terapia intensiva (-13 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 55.597 persone (-1.681 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 17-05-2020

sabato 17 maggio 2020 ore 18:07
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta dei dati che sono perfettamente in linea con quelli dei giorni precedenti, infatti nelle ultime 24 ore il numero dei guariti è salito a 125.176 (+2.366 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 31.908 unità (+145 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 675. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (326);
  • Piemonte (64);
  • Emilia Romagna (50);
  • Veneto (13);
  • Toscana (35);
  • Liguria (48);
  • Lazio (50).

Sono ancora ricoverate con sintomi 10.311 persone (89 meno di ieri) e 762 si trovano in terapia intensiva (-13 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 57.278 persone (-1.734 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 16-05-2020

sabato 16 maggio 2020 ore 18:15
Buone notizie dal report giornaliero relativo ai dati del covid-19 in cui l’unica nota dolente è sempre la Lombardia che registra quasi 400 nuovi casi positivi. Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile riporta che nelle ultime 24 ore il numero dei guariti è salito a 122.810 (+2.605 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 31.763 unità (+153 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 875. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (399);
  • Piemonte (137);
  • Emilia Romagna (72);
  • Veneto (39);
  • Toscana (30);
  • Liguria (51);
  • Lazio (32).

Sono ancora ricoverate con sintomi 10.400 persone (392 meno di ieri) e 775 si trovano in terapia intensiva (-33 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 59.012 persone (-1.458 rispetto a ieri).

 


IL COVID-19 È ENTRATO DALLA GERMANIA E NON È MUTATO

sabato 16 maggio 2020 ore 12:15
Dalla ricerca eseguita dall’ospedale Sacco di Milano emerge che l’ingresso del virus in Italia è avvenuto attraverso la Germania e il ceppo virale che circola sul nostro territorio è solo quello originario di Codogno. I campioni analizzati dall’equipe di Galli sono più di 50 e provenienti da numerose Regioni italiane, quindi non solo dalla Lombardia. Lo studio evidenzia, inoltre, che il coronavirus non si è indebolito e che il calo del contagio è solo dovuto agli effetti prodotti dal lockdown.

In base alla ricerca del famoso “paziente 0”, il giorno in cui si nota il primo errore di replicazione sembra essere il 26 gennaio. In questa data, secondo la ricerca del prof. Galli, il virus arriva in Italia e lo fa non dalla Cina ma dalla Germania. Infatti, in Baviera, il primo caso riscontrato di covid-19 risale al 22 gennaio, in seguito a un meeting in cui prese parte una donna di Shanghai che, una volta rientrata in Cina, si scoprì avere il coronavirus.

In Italia, il famoso “paziente 1” mostra i primi sintomi il 9 febbraio quando fa un primo accesso al pronto soccorso di Codogno per poi ritornarvi il 19 febbraio. In meno di 72 ore, poi, emergono diversi casi di covid-19 in tutta la Lombardia e in altre zone del nord Italia.

Il professor Galli, a conferma del risultato ottenuto, aggiunge: “se ci fosse stata un’entrata precedente, il collasso sanitario si sarebbe dovuto registrare prima. Cosa che non è avvenuta”.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 15-05-2020

venerdì 15 maggio 2020 ore 18:20
Continua a decrescere la curva dei positivi (come riportato nella figura in alto), mentre il numero dei decessi continua a essere piuttosto alto. Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile riporta che nelle ultime 24 ore il numero dei guariti è salito a 120.205 (+4.917rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 31.610 unità (+242 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 789. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (299);
  • Piemonte (137);
  • Emilia Romagna (54);
  • Veneto (44);
  • Toscana (24);
  • Liguria (65);
  • Lazio (73).

Sono ancora ricoverate con sintomi 10.792 persone (661 meno di ieri) e 808 si trovano in terapia intensiva (-47 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 60.470 persone (-3.662 rispetto a ieri).

 


INCENDIO INDUSTRIA CHIMICA VICINO VENEZIA

venerdì 15 maggio 2020 ore 12:25
Nell’industria chimica 3V Sigma di Porto Marghera (a pochi chilometri da Venezia) è scoppiato un incendio innescato da un’esplosione di un serbatoio che ha provocato 2 feriti.

Sul posto sono prontamente intervenute 8 squadre di vigili del fuoco per domare l’incendio che ha prodotto un’altissima colonna di fumo nero visibile a chilometri di distanza.

Dopo aver circoscritto l’incendio si sta provvedendo, da parte dell’ARPAV (Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto), a controllare la qualità dell’aria e un’eventuale rischio di dispersione di sostanze chimiche pericolose.

Sale l’allarme anche nelle province vicine. Il comune di Venezia avvisa che il vento sta spingendo il fumo verso la laguna e ha chiesto ai cittadini di rimanere in casa, chiudendo porte e finestre sigillandole con panni umidi.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 14-05-2020

giovedì 14 maggio 2020 ore 18:12
Sale il numero dei decessi che negli ultimi giorni aveva avuto un trend confortante. Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile riporta che nelle ultime 24 ore il numero dei guariti è salito a 115.288 (+2.747 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 31.368 unità (+262 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 992. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (522);
  • Piemonte (151);
  • Emilia Romagna (77);
  • Veneto (32);
  • Toscana (30);
  • Liguria (65);
  • Lazio (41).

Sono ancora ricoverate con sintomi 11.453 persone (719 meno di ieri) e 855 si trovano in terapia intensiva (-38 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 64.132 persone (-1.260 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 13-05-2020

mercoledì 13 maggio 2020 ore 18:07
Si riducono i contagi scendendo sotto la soglia delle mille unità, mentre aumentano ancora i guariti, infatti il bollettino dalla Protezione Civile riporta che il numero di questi ultimi sale a 112.541 (+3.502 rispetto alla giornata di ieri) e che il numero dei decessi raggiunge le 31.106 unità (+195 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 888. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (394);
  • Piemonte (169);
  • Emilia Romagna (50);
  • Veneto (31);
  • Toscana (27);
  • Liguria (67);
  • Lazio (38).

Sono ancora ricoverate con sintomi 12.172 persone (693 meno di ieri) e 893 si trovano in terapia intensiva (-59 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 65.392 persone (-2.057 rispetto a ieri).

 


RUSSIA: 10.000 POSITIVI IN 24 ORE

marcoledì 13 maggio 2020 ore 11:05
La task force russa anti-coronavirus ha dichiarato che nelle ultime 24 ore si è avuto un nuovo incremento di 10.028 casi positivi al covid-19 raggiungendo, così, un totale di 242.271 contagi. Anche il portavoce di Putin, Dmitrij Peskov è risultato positivo.

Purtroppo le brutte notizie per la Russia non finiscono qui, infatti nell’incendio scoppiato nel reparto di terapia intensiva nell'ospedale di San Giorgio a San Pietroburgo sono morti 5 pazienti che erano collegati alle macchine per la ventilazione artificiale. L'incendio è stato contenuto e sono state evacuate 150 persone. Il fuoco potrebbe essere stato causato da un cortocircuito di uno dei ventilatori polmonari.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 12-05-2020

martedì 12 maggio 2020 ore 18:14
Tornano a salire i contagi in Italia che in 24 ore raddoppiano. Tale incremento è dovuto essenzialmente alla crescita di casi positivi in Lombardia (+1.033 rispetto a ieri). Il bollettino della Protezione Civile disegna, comunque, un trend altamente positivo per quanto riguarda il numero dei guariti che sale a 109.039 (+2.452 rispetto alla giornata di ieri) e un numero di decessi che rimane in linea con le precedenti rilevazioni raggiungendo le 30.911 unità (+172 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.402. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (1.033);
  • Piemonte (113);
  • Emilia Romagna (53);
  • Veneto (41);
  • Toscana (15);
  • Liguria (31);
  • Lazio (22).

Sono ancora ricoverate con sintomi 12.865 persone (674 meno di ieri) e 952 si trovano in terapia intensiva (-47 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 67.449 persone (-501 rispetto a ieri).

 


ECOBONUS AL 110%: LE ANTICIPAZIONI DEL NUOVO DECRETO

martedì 12 maggio 2020 ore 10:55
Riccardo Fraccaro, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, nell’intervista rilasciata al Corriere della sera ha anticipato che nel decreto Rilancio ci sarà un poderoso investimento di 7 miliardi di euro (fino al 2023) per ristrutturazioni energetiche e antisismiche.

Fraccaro ha dichiarato che in questo momento c'è bisogno di politiche molto espansive, perciò ha deciso di proporre il superbonus per le ristrutturazioni energetiche e antisismiche in quanto il settore dell’edilizia ha un altissimo effetto moltiplicatore. Dello stesso avviso è l’Ance (Associazione nazionale costruttori edili) che stima in 21 miliardi di euro le ricadute positive per l'economia italiana.

L'aliquota di detrazione sarà del 110% e potranno accedervi le famiglie che effettueranno lavori fatturati dal primo luglio 2020 al 31 dicembre 2021 sulla prima casa e nei condomini. Sono coperti dall'incentivo tutti i lavori già previsti per l'eco e il sisma bonus, con l'aggiunta di due tipologie importanti: il fotovoltaico e l'acquisto di accumulatori e colonnine di ricarica per auto elettriche.

La detrazione si potrà recuperare in 5 rate annuali dello stesso importo. Ci sono, poi, ulteriori due opzioni che rappresentano la principale novità del decreto:

  • la cessione del credito (tutti i contribuenti, non solo gli incapienti, potranno cedere il credito corrispondente all’ecobonus alle banche o alle imprese che realizzano i lavori);
  • lo sconto in fattura (tutti i contribuenti potranno usufruire di uno sconto immediato in fattura pari al 100% del costo dei lavori da parte dell’impresa).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 11-05-2020

lunedì 11 maggio 2020 ore 18:01
Dai dati dalla Protezione Civile emerge una situazione confortante che rafforza il trend dell’ultima settimana. Infatti, si registra un buon aumento del numero di guariti che arrivano a 106.587 (+1.401 rispetto alla giornata di ieri) e un “basso” numero di decessi che raggiungono le 30.739 unità (+179 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 744. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (364);
  • Piemonte (111);
  • Emilia Romagna (80);
  • Veneto (19);
  • Toscana (13);
  • Liguria (44);
  • Lazio (25).

Sono ancora ricoverate con sintomi 13.539 persone (79 meno di ieri) e 999 si trovano in terapia intensiva (-28 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 67.950 persone (-729 rispetto a ieri).

 


OK DEL GOVERNO AI TEST SIEROLOGICI

lunedì 11 maggio 2020 ore 10:25
Via libera del Cdm al decreto-legge che introduce “misure urgenti in relazione alla realizzazione di una indagine di siero prevalenza”.

Le persone sottoposte ai test sierologici saranno 150.000. L’indagine consentirà di trovare la presenza di anticorpi specifici contro il coronavirus consentendo di capire meglio l'impatto del virus sulla popolazione e a fare, quindi, una stima statistica più precisa del contagio in Italia.

Il campionamento realizzato dall’Istat sarà rappresentativo di ogni Regione, per fascia d’età, sesso e attività lavorativa. Le persone inserite nel campione verranno chiamate da un call center di 300 persone della Croce rossa. Il test sarà gratuito e i risultati verranno comunicati alla persona. In caso di risultato positivo, ci sarà un tampone di conferma.

Il sottosegretario alla salute Sandra Zampa ha manifestato grande ottimismo per la fase 2 e ha aggiunto che i test consentiranno di scattare una fotografia dello stato di salute degli italiani esclusivamente rispetto al Covid-19 e che la campionatura confermerà quello che gli scienziati dicono e cioè che l'80% della popolazione non è venuta in contatto con il virus.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 10-05-2020

domenica 10 maggio 2020 ore 18:10
Continua il trend in discesa dei dati rilasciati dalla Protezione Civile sui contagi da Coronavirus che evidenziano un alto numero di guariti che arrivano a 105.186 (+2.155 rispetto alla giornata di ieri) e un basso numero di decessi che raggiungono le 30.560 unità (+165 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 802. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (282);
  • Piemonte (116);
  • Emilia Romagna (77);
  • Veneto (51);
  • Toscana (29);
  • Liguria (50);
  • Lazio (32).

Sono ancora ricoverate con sintomi 13.618 persone (216 meno di ieri) e 1.027 si trovano in terapia intensiva (-7 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 68.679 persone (-1.295 rispetto a ieri).

 


CORONAVIRUS: IL CLIMA NON LO INFLUENZA

domenica 10 maggio 2020 ore 11:30
Uno studio dell'Università di Toronto, pubblicato su Canadian Medical Association Journal, smentisce la possibile correlazione tra contagio e clima.

Secondo tale studio, che ha preso in considerazione 144 aree del mondo per un totale di 375.600 casi confermati di Covid-19, la temperatura e la latitudine non sembrano essere associate alla diffusione del coronavirus, mentre sono risultati fondamentali gli interventi di sanità pubblica al fine di ridurre la crescita dell’epidemia, come a esempio la chiusura delle scuole.

I ricercatori sono arrivati a questa conclusione confrontando il numero di casi del 27 marzo con quelli del 20 marzo determinando l’influenza di:

  • latitudine;
  • temperatura;
  • umidità;
  • chiusure scolastiche;
  • restrizioni degli assembramenti;
  • distanza sociale.

La ricerca, dunque, ha dimostrato che se da un lato la temperatura e la latitudine non hanno inciso sulla propagazione del virus, dall’altro le misure sanitarie adottate (come la chiusura delle scuole, il distanziamento sociale e il divieto di assembramenti) sono state molto efficaci.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 09-05-2020

sabato 09 maggio 2020 ore 18:20
Ancora dati incoraggianti dall’ultima proiezione della Protezione Civile sui contagi da Coronavirus che evidenziano un alto numero di guariti che arrivano a 103.031 (+4.008 rispetto alla giornata di ieri), mentre i decessi rimangono, ancora, troppo alti raggiungendo le 30.395 unità (+194 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.083. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (502);
  • Piemonte (181);
  • Emilia Romagna (121);
  • Veneto (53);
  • Toscana (24);
  • Liguria (15);
  • Lazio (47).

Sono ancora ricoverate con sintomi 13.834 persone (802 meno di ieri) e 1.034 si trovano in terapia intensiva (-134 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 69.974 persone (-2.183 rispetto a ieri).

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 08-05-2020

venerdì 08 maggio 2020 ore 18:15
L'ultimo bollettino della Protezione civile sui contagi da Coronavirus registra dei dati in linea con le ultime rilevazioni, infatti i guariti continuano a crescere fino ad arrivare a 99.023 (+2.747 rispetto alla giornata di ieri), mentre i decessi rimangono, ancora, troppo alti raggiungendo le 30.201 unità (+243 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.327. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (634);
  • Piemonte (233);
  • Emilia Romagna (111);
  • Veneto (65);
  • Toscana (38);
  • Liguria (78);
  • Lazio (52).

Sono ancora ricoverate con sintomi 14.636 persone (538 meno di ieri) e 1.168 si trovano in terapia intensiva (-143 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 72.157 persone (-982 rispetto a ieri).

 

 


GIORNATA MONDIALE DEL TUMORE ALL’OVAIO

venerdì 08 maggio 2020 ore 10:15
Nel mondo, ogni anno, a 300.000 donne viene diagnosticato un tumore all’ovaio e circa il 62% muore a causa di questa grave malattia, per la quale non esistono ancora strumenti efficaci di diagnosi precoce o di prevenzione.
La World Ovarian Cancer Coalition, al fine di sensibilizzare il maggior numero di donne possibile e far conoscere questo tremendo male, ha promosso la “Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico” che si celebra ogni 8 maggio.

Per poter scoprire la malattia il prima possibile è bene non trascurare i possibili campanelli d’allarme, soprattutto per la fascia di età più colpita (donne tra i 50 e i 65 anni), anche se il tumore ovarico si accompagna a sintomi non specifici che rendono difficoltosa una tempestiva diagnosi.

I sintomi da monitorare, soprattutto se persistono per settimane, sono:

  • sensazione di sazietà anche a stomaco vuoto;
  • gonfiore persistente all’addome;
  • fitte addominali;
  • bisogno frequente di urinare;
  • perdite ematiche vaginali;
  • stitichezza o diarrea.

In questi casi è bene comunicare immediatamente, al proprio medico, lo stato di malessere, poiché le armi più incisive che si hanno contro il cancro all’ovaio sono la tempestività e la massima appropriatezza dell’intervento terapeutico.

Il primo trattamento da adottare, dopo la diagnosi di tumore, è quello chirurgico che, per aumentare le probabilità di successo, dovrebbe essere eseguito entro un mese dalla diagnosi.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 07-05-2020

giovedì 07 maggio 2020 ore 18:05
I nuovi dati divulgati della Protezione civile sui contagi da Coronavirus evidenzia la crescita del numero di guariti che in sole 24 ore sale a 96.276 (+3.031 rispetto alla giornata di ieri), mentre i decessi rimangono poco sotto le 300 vittime raggiungendo le 29.958 unità (+274 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.401. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (720);
  • Piemonte (196);
  • Emilia Romagna (108);
  • Veneto (74);
  • Toscana (26);
  • Liguria (94);
  • Lazio (39).

Sono ancora ricoverate con sintomi 15.174 persone (595 meno di ieri) e 1.311 si trovano in terapia intensiva (-22 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 73.139 persone (-1.287 rispetto a ieri).

 


FIRMATO NUOVO PATTO GREEN DEAL DA 110 IMPRESE

giovedì 07 maggio 2020 ore 12:35
Il Manifesto intitolato “Uscire dalla pandemia con un nuovo Green Deal per l’Italia” punta ad attivare consistenti finanziamenti comunitari al fine di rilanciare un nuovo Green Deal. Si tratta di un progetto per un’economia avanzata, decarbonizzata e circolare.

Il Manifesto con le prime 110 imprese firmatarie sarà inviato, a breve, al Governo, al Parlamento e agli esponenti delle Istituzioni europee.

Tale progetto si propone di spingere il nuovo sviluppo industriale verso l'adozione di misure per rendere le imprese, il sistema sanitario e l’economia italiana nel suo complesso più resilienti nei confronti delle pandemie e porre delle basi solide al fine di affrontare altre minacce, come la crisi climatica.

Tra le 110 imprese aderenti troviamo manager di Enel, Italian Exhibition Group, ERG e Poste Italiane.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 06-05-2020

mercoledì 06 maggio 2020 ore 18:15
Il nuovo bollettino della Protezione civile sui contagi da Coronavirus riporta un ottimo numero di guariti che in sole 24 ore sale a 93.245 (+8.014 rispetto alla giornata di ieri), mentre i decessi raggiungono le 29.684 unità (+369 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.444. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (764);
  • Piemonte (165);
  • Emilia Romagna (104);
  • Veneto (77);
  • Toscana (26);
  • Liguria (76);
  • Lazio (81).

Sono ancora ricoverate con sintomi 15.769 persone (501 meno di ieri) e 1.333 si trovano in terapia intensiva (-94 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 74.426 persone (-6.344 rispetto a ieri).

 


CHIMERA 47D11: L’ANTICORPO CHE BLOCCA IL COVID-19

mercoledì 06 maggio 2020 ore 10:15
Dopo la scoperta della struttura molecolare che consente al virus di replicarsi, gli scienziati hanno identificato un nuovo anticorpo monoclonale (chiamato 47D11) in grado di neutralizzare sia il nuovo coronavirus Sar-Cov-2, che quello della Sars attaccando la sua proteina S che si trova sulla superficie del virus e lo aiuta a farsi strada nella cellula ospite. Infatti, le proteine S del virus del Sar-Cov-2 e quello della Sars sono identiche al 75% nelle sequenze di amminoacidi e hanno una struttura molto simile.

I ricercatori dell’Università di Utrecht (autori della scoperta) hanno descritto, sulla rivista Nature Communications, lo studio effettuato comunicando che il 47D11 è stato ricavato da anticorpi “chimera”, cioè derivati da cellule umane e di ratti.

Il percorso per la produzione di una cura o un vaccino, però, non è breve. Infatti, l'anticorpo chimera dovrà essere modificato più volte al fine di ottenere una versione totalmente umana. Serviranno ulteriori studi per capire al meglio il meccanismo attraverso il quale agisce questo nuovo anticorpo monoclonale.

 

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 05-05-2020

martedì 05 maggio 2020 ore 18:15
Continua il trend positivo di quasi tutti gli indicatori relativi alla rilevazione del covid-19, infatti i guariti raggiungono la somma di 85.231 (+2.352 rispetto alla giornata di ieri), mentre i decessi raggiungono le 29.315 unità (+236 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.075. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (500);
  • Piemonte (152);
  • Emilia Romagna (100);
  • Veneto (29);
  • Toscana (30);
  • Liguria (63);
  • Lazio (67).

Sono ancora ricoverate con sintomi 16.270 persone (553 meno di ieri) e 1.427 si trovano in terapia intensiva (-52 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 80.770 persone (-908 rispetto a ieri).

 


DIMINUISCE L'INQUINAMENTO E I MORTI PER BIOSSIDO DI AZOTO

martedì 05 maggio 2020 ore 10:50
Lo studio del Center for Research on Energy and clean Air di Helsinki (CREA) ha rilevato che in seguito al drastico calo di emissioni inquinanti, dovuto al lockdown, in Europa si sono registrati 11.000 morti in meno per cause di inquinamento. L’Italia è tra i Paesi che ne hanno beneficiato maggiormente con quasi 1.500 decessi in meno.

Le due sostanze più dannose presenti nell’aria, secondo tale studio, sono il biossido di azoto (NO2) e il particolato che ogni anno uccidono circa 470 mila persone. I due agenti inquinanti sono causa di:

  • insufficienza cardiaca (40%);
  • disturbi polmonari come bronchiti ed enfisemi (17%);
  • infezioni e diabete (17%);
  • ictus (13%);
  • cancro (13%).

Il livello medio d'inquinamento da biossido di azoto  è calato del 40% in Europa, mentre nella sola Italia il dato è ancora migliore toccando il -43%.
La diminuzione dei valori di biossido di azoto e particolato deriva dal fatto che la produzione di energia dal carbone e il consumo di petrolio, le due principali fonti d'inquinamento per l'aria, sono diminuiti rispettivamente del 37% e del 33%.

Sempre secondo lo studio del CREA, il miglioramento della qualità dell’aria potrebbe anche evitare 6.000 nuovi casi di asma nei bambini.

L’autore dell’analisi, Lauri Myllyvirta, ha scritto: “E se avessimo questo tipo di qualità dell’aria non perché tutti sono costretti a stare seduti a casa, ma perché siamo riusciti a passare al trasporto pulito e all’energia?

Ora sta a noi lottare per un mondo più pulito, questo virus ci ha insegnato che non è impossibile diminuire i livelli di inquinamento.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 04-05-2020

lunedì 04 maggio 2020 ore 18:05
Oggi inizia la “Fase 2”. La protezione civile ha messo a disposizione i dati di marzo che hanno evidenziato il 49,4% di decessi in più. Record a Bergamo con +568%.

I dati di oggi registrano un aumento di guariti che salgono a 82.879 (+1.225 rispetto a ieri), mentre i decessi raggiungono le 29.079 unità (+195 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.221. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (577);
  • Piemonte (192);
  • Emilia Romagna (159);
  • Veneto (55);
  • Toscana (38);
  • Liguria (53);
  • Lazio (38).

Sono ancora ricoverate con sintomi 16.823 persone (419 meno di ieri) e 1.479 si trovano in terapia intensiva (-22 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 81.678 persone (+242 rispetto a ieri).

 


LA PUGLIA TRA LE AREE A MAGGIOR RISCHIO DI DIFFUSIONE DEL COVID-19

lunedì 04 maggio 2020 ore 09:50
L’epidemiologo della task force pugliese Pierluigi Lopalco, scrivendo sulla sua pagina face book,  invita alla prudenza:

Il virus si muove con le nostre gambe. Più gambe ha, più velocemente si muove. Fino ad oggi il lockdown ha rallentato la corsa del virus, ma ora che le attività riprenderanno il virus riprenderà a circolare. La Puglia essendo la regione meridionale più densamente popolata rientra tra le aree a maggior rischio di circolazione del virus”.

Secondo Lopalco, in Puglia il contact-tracing ha funzionato molto bene e non è stato necessario fare tamponi a tappeto. Grazie ad un uso mirato della diagnostica in Puglia ben il 43% dei casi individuati sono asintomatici ed il 21% paucisintomatici.


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 03-05-2020

sabato 03 maggio 2020 ore 18:15
La fase 2 è alle porte e i numeri sembrano essere di buon auspicio evidenziando un netto calo dell’epidemia. Infatti, da un paio di giorni il numero delle vittime ha iniziato a diminuire sostanzialmente fermandosi, nelle ultime 24 ore a 28.884 (174 più di ieri). I guariti salgono a 81.654 guariti (+1.740 rispetto all’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.389. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (526);
  • Piemonte (251);
  • Emilia Romagna (166);
  • Veneto (94);
  • Toscana (38);
  • Liguria (47);
  • Lazio (53).

Sono ancora ricoverate con sintomi 17.242 persone (115 meno di ieri) e 1.501 si trovano in terapia intensiva (-38 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 81.436 persone (-372 rispetto a ieri).

 


LA FRANCIA PROLUNGA IL LOCKDOWN

domenica 03 maggio 2020 ore 15:01 
Il ministro della Sanità francese, Olivier Véran, ha annunciato che lo stato d'emergenza sanitaria per la pandemia da coronavirus sarà prorogato fino al 24 luglio. Tale decisione è stata presa dal Consiglio dei ministri sotto forma di progetto di legge e dovrà essere approvato dal Parlamento.

Il ministro ha comunicato che sarebbe prematuro interrompere lo stato di emergenza il 23 maggio visto che esistono grandi rischi di ripresa epidemica nel caso di improvvisa interruzione delle misure in corso.

Tutte le persone asintomatiche che rientreranno in Francia dovranno osservare una quarantena obbligatoria di 14 giorni, mentre coloro i quali sono stati diagnosticati positivi al coronavirus su test medico verranno messi in isolamento.

 


FASE 2: I CHIARIMENTI RIGUARDO I CONGIUNTI

domenica 03 maggio 2020 ore 11:30 
Il Viminale, nella circolare che contiene precisazioni all'ultimo decreto del Governo sull'emergenza Coronavirus, spiega chi sono i congiunti: coniugi, fidanzati, partner delle unioni civili, legami stabili, parenti fino al sesto grado e affini fino al quarto grado.
Non rientrano gli amici.

Le visite non dovranno essere quotidiane e si dovranno svolgere nel rispetto delle misure di sicurezza: distanza di almeno un metro, divieto di assembramento e obbligo di indossare la mascherina.

Chi ha febbre o sintomi respiratori, invece, dovrà tassativamente restare a casa.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 02-05-2020

sabato 02 maggio 2020 ore 18:10
Il dato più significativo delle ultime 24 ore è il numero dei decessi che sale a 28.710 (+474 rispetto a ieri). Notizie confortanti, invece, arrivano dai nuovi positivi che sono ancora sotto la soglia delle 2.000 unità e dei guariti che raggiungono quota 79.914 (+1.665 dall’ultimo rilevamento).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.900. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (533);
  • Piemonte (495);
  • Emilia Romagna (206);
  • Veneto (126);
  • Toscana (80);
  • Liguria (186);
  • Lazio (84).

Sono ancora ricoverate con sintomi 17.357 persone (212 meno di ieri) e 1.539 si trovano in terapia intensiva (+39 rispetto all’ultima rilevazione).  In isolamento domiciliare 81.808 persone (+12 rispetto a ieri).

 


5 NUOVI SINTOMI DEL CORONAVIRUS

sabato 02 maggio 2020 ore 11:00
Dopo uno studio su un campione di 375 persone positive al covid-19, Il British Journal of Dermatology ha scoperto 5 sintomi da coronavirus ulteriori rispetto a quelli comuni come febbre, tosse e problemi respiratori.

Le nove sintomatologie interessano la cute:

  • eruzione cutanea simile a geloni (riscontrata nel 19% dei pazienti);
  • eruzioni vescicolari (nel 9% dei casi e anticipano, spesso, tosse e febbre);
  • lesioni pruriginose (osservate nel 19% dei casi e interessano soprattutto il tronco, ma possono estendersi su tutto il corpo);
  • eruzioni maculo-papulari (riscontrate nel 47% dei pazienti più gravi);
  • necrosi di ostruzione vascolare (rilevate nel 6% dei pazienti più gravi)

I ricercatori americani hanno allungato la lista inserendo anche brividi, dolori muscolari, mal di testa, mal di gola e perdita di gusto e olfatto (già identificati in precedenza).



AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS

venerdì 01 maggio 2020 ore 18:11 
I dati di oggi, comunicati dalla protezione civile, continuano a disegnare una curva discendente dell'epidemia. Crescono i guariti che raggiungono quota 78.249 (+2.304 dall’ultima rilevazione), mentre si registrano 28.236 decessi totali (+269 rispetto a ieri).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.965. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (737);
  • Piemonte (395);
  • Emilia Romagna (208);
  • Veneto (138);
  • Toscana (93);
  • Liguria (133);
  • Lazio (56).

Sono ancora ricoverate con sintomi 17.569 persone (580 meno di ieri) e 1.578 si trovano in terapia intensiva (-116 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 81.796 persone (+88 rispetto a ieri).

 


L'OMS CHIEDE DI ESSERE INVITATA NELL'INDAGINE CINESE

venerdì 01 maggio 2020 ore 12:01
L'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) si augura di essere "invitata" a partecipare all'inchiesta delle autorità cinesi sull'origine del coronavirus. Lo ha reso noto la stessa Oms. "L'Oms desidererebbe lavorare con i partner internazionali e, su invito del governo cinese, vorrebbe partecipare all'indagine sull'origine animale" del virus, ha detto il portavoce dell'organizzazione, Tarik Jasarevic.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS

giovedì 30 aprile 2020 ore 18:20
Angelo Borrelli ha comunicato che questo sarà l'ultimo appuntamento di questo tipo con conferenza stampa della protezione civile, anche se si continuerà a comunicare quotidianamente i dati.

Le nuove rilevazioni hanno registrato una riduzione  dei nuovi positivi (un nuovo contagiato ogni 36 tamponi) e un record di guariti. Le vittime totali sono 27.967 (+285 rispetto a ieri), mentre i guariti raggiungono quota 75.945 (+4.693 dall’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.872. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (598);
  • Piemonte (428);
  • Emilia Romagna (259);
  • Veneto (135);
  • Toscana (60);
  • Liguria (104);
  • Lazio (71).

Sono ancora ricoverate con sintomi 18.149 persone (1.061 meno di ieri) e 1.694 si trovano in terapia intensiva (-101 rispetto all’ultima rilevazione). In isolamento domiciliare 81.708 persone (+56 rispetto a ieri).

 


VACCINO COVID-19

giovedì 30 aprile 2020 ore 11:35 
La speranza di vedere un vaccino contro il coronavirus, entro la fine dell’anno, è alimentata dell’accordo tra la Oxford University e la multinazionale inglese del farmaco AstraZeneca.

Il vaccino sperimentale è stato somministrato già su 320 volontari sani dimostrando di essere sicuro e continuerà a essere dato a più di 500 volontari. I risultati si attendono per la fine di maggio. Successivamente partirà la seconda fase che vedrà il coinvolgimento di 5.000 soggetti per il test. L'amministratore delegato di AstraZeneca, Pascal Soriot, ha dichiarato: “Vogliamo essere pronti lanciare e fornire fino a 100 milioni di dosi entro la fine dell’anno”.

Alla ricerca del vaccino contro il covid-19 non c’è solo la Gran Bretagna, infatti anche la task force Usa è avanti con la ricerca tanto che il Anthony Fauci (virologo) non esclude che gli Usa possano arrivare al vaccino entro il prossimo gennaio.

In totale, sono più di 90 i possibili vaccini contro il coronavirus in fase di sviluppo in tutto il mondo.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS

mercoledì 29 aprile 2020 ore 18:21 
Continua il calo dei ricoverati, sia quelli in terapia intensiva (ad oggi 1.795 persone, 68 meno di ieri) che quelli con sintomi. Le vittime totali sono 27.682 (+323 rispetto a ieri), mentre i guariti raggiungono quota 71.252 (+2.311 dall’ultima rilevazione).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 2.086. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (786);
  • Piemonte (411);
  • Emilia Romagna (263);
  • Veneto (117);
  • Toscana (61);
  • Liguria (117);
  • Lazio (78).

Sono ancora ricoverate con sintomi 19.210 persone, 513 meno di ieri. In isolamento domiciliare 83.652 persone (+33 rispetto a ieri).

 


MALATTIA DI KAWASAKI E CORONAVIRUS

mercoledì 29 aprile 2020 ore 11:15
L'OMS ha comunicato che alcuni bambini hanno subito una risposta infiammatoria simile alla sindrome di Kawasaki. In particolare, i pediatri di alcuni Paesi europei hanno registrato un numero particolarmente elevato di bambini colpiti da questa malattia rara. In un mese il numero dei casi ha eguagliato quelli riscontrati nei tre anni precedenti.
Maria Van Kerkhove (responsabile tecnico per il coronavirus dell'OMS) ha dichiarato che si stanno studiando i dati per capire meglio cosa sta succedendo e come affrontare l’emergenza.

La sindrome di Kawasaki è una vasculite che normalmente ha decorso benigno ma in alcuni casi può provocare problemi perché interessa il cuore con la dilatazione delle coronarie. Colpisce prevalentemente neonati e bambini sotto gli otto anni.

I sintomi più comuni sono:

  • febbre;
  • congiuntivite;
  • arrossamento delle labbra e della mucosa orale;
  • anomalie delle estremità come mani e piedi;
  • eruzioni cutanee;
  • linfonodi nella regione del collo;
  • eritema sulla lingua.



 AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS

martedì 28 aprile 2020 ore 18:23

Superati i 200.000 positivi e torna a salire il numero di vittime giornaliere (382) dopo che due giorni fa era sceso sotto i 300. In terapia intensiva si trovano oggi 1863 persone, 93 meno di ieri. Buone notizie per quanto riguarda i guariti che salgono a 68.941 (+2.317 rispetto a ieri)
I positivi nelle ultime 24 ore sono 2.324. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (869);
  • Piemonte (352);
  • Emilia Romagna (252);
  • Veneto (129);
  • Toscana (52);
  • Liguria (130);
  • Lazio (75).

Sono ancora ricoverate con sintomi 19.723 persone, 630 meno di ieri. In isolamento domiciliare 83.619 persone (+115 rispetto a ieri).

 


AUMENTANO I CASI IN GERMANIA

martedì 28 aprile 2020 ore 12:10

Nelle ultime 24 ore si è registrata una ripresa dell'epidemia in Germania, subito dopo l'allentamento delle misure di contenimento avviato dal 20 aprile. Il tasso di contagio da Coronavirus è tornato a salire, toccando quota 1 (cioè una persona è in grado di contagiarne un'altra) per la prima volta dallo scorso mese di marzo.

I nuovi casi di contagio ammontano a 1.144 (+1.018 rispetto al giorno precedente) per un totale di 156.337 dall'inizio dell'epidemia. I decessi in un giorno sono stati 163 (+110 rispetto a ieri) e portano il totale a 5.913.

Lothar Wieler, direttore del Robert Koch Institute, in una conferenza stampa tenutasi a Berlino questa mattina ha sottolineato ancora una volta l'importanza di rimanere a casa il più possibile e di osservare il distanziamento sociale di almeno un metro e mezzo per evitare che il contagio cominci a crescere di nuovo.

Angela Merkel giovedì si confronterà con i leader regionali per decidere se approntare nuove misure contenitive.

 


AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS

lunedì 27 aprile 2020 ore 18:15

Per la prima volta dal 16 marzo le persone in terapia intensiva scendono a 1.956 (53 meno di ieri).
Le vittime risalgono rispetto a ieri (333), mentre diminuiscono le persone attualmente  positive (-290).

I positivi nelle ultime 24 ore sono 1.739. Le Regioni più colpite sono:

  • Lombardia (590);
  • Piemonte (278);
  • Emilia Romagna (212);
  • Veneto (108);
  • Toscana (32);
  • Liguria (154);
  • Lazio (32).

Sono ancora ricoverate con sintomi 20.353 persone (1.019 meno di ieri). In isolamento domiciliare 83.504 persone (+782 rispetto a ieri).

 


FASE 2: COSA SI POTRÀ  FARE A PARTIRE DAL 4 MAGGIO

lunedì 27 aprile 2020 ore 10:00

Il Presidente del Consiglio ha illustrato la “fase 2” che avrà inizio a partire dal 4 maggio. A partire da tale data saranno garantiti  i trasporti pubblici, ma bisognerà evitare il sovraffollamento.
In sintesi si potrà:

  • incontrare i congiunti (anche anziani, ma con la mascherina e senza assembramenti);
  • fare attività motorie, sempre individualmente a distanza di due metri se si corre e almeno un metro se si effettua attività moderata (es. passeggiata) con la sola eccezione di persone conviventi nella stessa casa;
  • iniziare allenamenti individuali di atleti professionisti impegnati nelle discipline individuate dal Coni;
  • essere presenti ai funerali, ma solo alla presenza degli stretti familiari (parenti di primo o secondo grado) con non più di 15 persone, all’aperto e mantenendo sempre la distanza sociale;
  • da oggi possono riaprire le aziende ritenute strategiche: cantieri edili, industria manifatturiera per l’export;
  • riaprire tutte le altre aziende e del commercio all’ingrosso che potranno seguire il protocollo sanitario;
  • viene mantenuto l’obbligo dell’autocertificazione per gli spostamenti all’interno della regione di residenza. Ci si potrà spostare in altre regioni solo per lavoro o ragioni di salute;
  • sarà obbligatorio, sull’intero territorio nazionale, l’uso di protezioni delle vie respiratorie nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire il mantenimento della distanza di sicurezza;
  • bar e ristoranti potranno fare ristorazione, ma solo con la modalità di vendita da asporto oltre che di consegna a domicilio. Il consumo sarà vietato all’interno del locale e all’esterno dove saranno vietati gli assembramenti;
  • dal 18 maggio sarà concessa l’apertura dei negozi al dettaglio;
  • dal 18 maggio potranno aprire: musei, mostre, luoghi culturali all’aperto;
  • dal 18 maggio potranno cominciare gli allenamenti collettivi degli sport di squadra;
  • dal 1° giugno sarà consentito la riapertura di bar, ristoranti e locali pubblici;
  • dal 1° giugno potranno riaprire i parrucchieri, barbieri e i centri estetici;
  • In un secondo tempo saranno consentite le messe, ma con distanziamento sociale.

Questo sito utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies.