Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

INCENTIVI ALLE FAMIGLIE: BONUS E AGEVOLAZIONI PER LE MAMME

La legge di Bilancio 2019 ha sostanzialmente confermato, con qualche piccola modifica, il bonus bebè e il bonus nido mentre per il bonus mamma domani non era necessario un rifinanziamento con la manovra fiscale.

La vera novità, per quanto riguarda le agevolazioni alle mamme e ai figli, riguarda l’introduzione di una detrazione fiscale per l’acquisto di seggiolini auto a norma, visto e considerato che dal primo luglio 2019 entrerà in vigore la nuova legge che prevede per i genitori l’obbligo di utilizzare seggiolini dotati di dispositivi anti-abbandono.

La legge di Bilancio 2019 ha, inoltre, introdotto delle novità in tema di diritto del lavoro dando ai genitori la possibilità di trascorrere più tempo con i loro figli.


Indice

 


BONUS BEBÈ

Con la Legge di Bilancio 2019 vengono stanziati 204 milioni di euro per il 2019  e 240 milioni per il 2020.

Questo importante incentivo resta regolato dalla Legge 190/2014 per ciò che concerne i requisiti e gli importi. In particolare, è riconosciuta una somma annuale pari a 960 euro (80 euro mensili) per le famiglie il cui ISEE sia al di sotto dei 25.000 euro. Se, poi, il reddito ISEE risulta inferiore a 7.000 euro, allora l’importo viene raddoppiato (1.920 euro annui).

Da quest'anno, inoltre, è previsto l'aumento del 20% del bonus bebè per ogni figlio successivo al primo.

Requisiti e condizioni:

  • possono accedere al bonus bebè le cittadine Italiane o di uno Stato membro dell'Unione Europea e le neomamme Extracomunitarie munite di regolare permesso di soggiorno;
  • si ha diritto al bonus bebè per un anno, dal giorno della nascita del bambino, o dalla sua entrata in famiglia (in caso di adozione o affidamento);
  • le famiglie interessate devono inoltrare richiesta tramite l’apposita procedura online dell’INPS se si è in possesso del PIN, oppure chiamando il numero verde INPS (803 164 gratuito da fisso, o 06 164 164 da cellulare) oppure rivolgendosi a un CAF che si occuperà di inoltrare la richiesta. La domanda deve essere inviata entro 90 giorni dalla nascita del bambino oppure dalla data di ingresso del minore nel nucleo familiare, a seguito di adozione o di affidamento preadottivo. Nel caso la domanda dovesse essere presentata oltre i 90 giorni stabiliti, l’assegno decorrerà dal mese di presentazione della domanda.


SEGGIOLINI ANTI ABBANDONO

Con la manovra finanziaria sono stati stanziati fondi per 1.000.000 di euro per dare un contributo alle famiglie che dovranno munirsi di seggiolini auto omologati in ottemperanza alla nuova normativa che entrerà in vigore dal 1° luglio 2019 e che obbligherà i genitori a utilizzare seggiolini dotati di dispositivi anti-abbandono. I requisiti tecnici dei dispositivi di allarme saranno definiti da un decreto ad hoc.


ASSEGNO DI MATERNITÀ

Contributo dallo Stato

Si tratta di un'agevolazione per un massimo di 5 mesi di importo pari a 338,89 euro ed è rivolta a mamme lavoratrici o precarie che sono cittadine italiane, comunitarie o extracomunitarie con permesso di soggiorno CE (naturalmente residenti in Italia).

In particolare:

  • alle mamme lavoratrici spettano 3 mesi di contributi per maternità, nel periodo compreso tra i 9 e i 18 mesi precedenti alla nascita del bambino o alla data di adozione/affido;
  • alle mamme in gestione separata spettano 3 mesi di contributi versati nei 12 mesi precedenti l’inizio del congedo obbligatorio ordinario;
  • alle mamme lavoratrici in disoccupazione NASPI, mobilità o in cassa integrazione spetta l'assegno di maternità a condizione che, tra l’ultimo giorno della prestazione economica fruita e la data del parto, ingresso in famiglia del minore, non siano trascorsi più di 9 mesi;
  • alle mamme licenziate o dimesse spettano 3 mesi di contribuzione maternità versata nel periodo compreso tra i 9 e i 18 mesi precedenti la data della nascita o di ingresso in famiglia del bambino.

La domanda va presentata all'INPS in via telematica entro 6 mesi dalla nascita del bambino o in caso di adozione/affidamento, dalla data di ingresso del minore in famiglia.


Contributo dal Comune

Si tratta di un contributo che spetta in caso di gravidanza alle mamme disoccupate e casalinghe che non possono, per ovvi motivi, far valere i 3 mesi di contribuzione INPS versati alla maternità negli ultimi 18 mesi.

Requisito fondamentale è che la donna deve avere un ISEE inferiore a 16.995,95 euro e non deve ricevere altre prestazioni previdenziali o altro assegno di maternità INPS.

L'importo dell’assegno è pari a 338,89 euro per 3 mesi.


BONUS MAMMA DOMANI E ASILO NIDO

Anche nel 2019 le future mamme possono fare richiesta all’INPS per un assegno di 800 euro una tantum per ogni evento di seguito elencato. Infatti, tale misura è strutturale e sarà presente anche nei prossimi anni.

Ne hanno diritto le donne con cittadinanza italiana, comunitaria o non comunitaria regolarmente presenti e residenti in Italia. In particolare:

  • le donne dal settimo mese di gravidanza in poi;
  • le neo mamme che hanno partorito anche prima dell’ottavo mese di gravidanza;
  • per adozione nazionale o internazionale di minore;
  • per affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza.

La richiesta deve essere inoltrata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e, comunque, entro un anno dal verificarsi dell’evento (nascita, adozione o affidamento). La presentazione della domanda all’INPS può avvenire:

  • telematicamente, attraverso il portale dell’INPS per chi è in possesso del PIN;
  • attraverso il Contact Center. 803 164 (gratuito da fisso) oppure 06 164 164 (da cellulare);
  • mediante caf e patronati.

Una novità che deve essere evidenziata, per il 2019, è l’aumento del bonus asilo nido che passa da 1.000 a 1.500 euro per 3 anni. Lo stesso importo è destinato ai bimbi con disabilità gravi seguiti a domicilio.

Sia per il bonus mamma domani che per il bonus nido non è previsto un ISEE massimo per beneficiarne. Il contributo è, perciò, riconosciuto a tutte le neomamme.


CONGEDO DI MATERNITÀ E PATERNITÀ: LE MODIFICHE DELLA LEGGE DI BILANCIO

La nuova normativa consente alle donne di poter scegliere se continuare a lavorare fino al nono mese di gestazione, previo consenso del proprio medico curante, e di usufruire di 5 mesi di congedo di maternità dopo il parto indennizzati all’80%.

Per quanto riguarda il congedo di paternità, invece, la manovra finanziaria aumenta i giorni di permesso da 4 a 5 con la possibilità di chiederne un altro supplementare a condizione che ne sostituisca uno di congedo destinato alla mamma e che venga goduto entro 5 mesi dalla nascita.


CARTA FAMIGLIA

Con la manovra 2019 è stato previsto uno stanziamento di 1.000.000 di euro all’anno per il prossimo triennio per la carta famiglia. Si tratta di una tessera che consente di ottenere sconti sull'acquisto di determinati beni e servizi e riduzioni tariffarie.

Requisito minimo per avere accesso a tale carta è avere almeno 3 figli di età non superiore ai 26 anni.


BONUS LIBRI

È l'agevolazione spettante alle famiglie per l’acquisto di libri scolastici e materiale scolastico per i figli che frequentano la scuola dell’obbligo.

La concessione e l’erogazione del bonus è di competenza del singolo Comune che fissa i requisiti e il limite di reddito ISEE delle famiglie per accedere al beneficio.


TERRENI IN COMODATO PER FAMIGLIE NUMEROSE

Con lo scopo di incentivare la crescita demografica è stata introdotta la concessione gratuita di un terreno statale per un periodo di almeno 20 anni.
Tale concessione è destinata a:

  • genitori con tre o più figli, di cui almeno uno dei quali nato nel triennio 2019 - 2021;
  • società costituite da giovani imprenditori agricoli che riservano ai nuclei familiari una quota societaria almeno pari al 30%.

Alle famiglie, poi,  potrà essere erogato un mutuo ventennale per un massimo di 200.000 euro a tasso zero al fine di acquistare la prima casa nei pressi del terreno assegnato.

Ultime Notizie

giovedì 04 giugno 2020 ore 18:20
AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 04-06-2020
Dall’ultimo monitoraggio dei dati emerge che per la prima volta abbiamo tutte le regioni con contagi al di sotto dei 100 positivi, anche se i decessi sono cresciuti un po’ rispetto a ieri restando, comunque, sotto le...

LEGGI TUTTO


mercoledì 03 giugno 2020 ore 18:12
AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 03-06-2020
L’ultima rilevazione segnala ben 9 regioni con nessun contagio con la sola Lombardia che fa segnare ancora numeri rilevanti.
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è...

LEGGI TUTTO


mercoledì 03 giugno 2020 ore 16:10
TEST DIAGNOSTICI DA SALIVA PER AUMENTARE GLI SCREENING DI MASSA
Il test sulla saliva si basa sulla medesima tecnologia utilizzata per i tamponi e produce gli stessi risultati. La differenza sostanziale è data dal fatto che in questo caso si raccoglie un campione di saliva in una provetta anziché prelevarlo con un bastoncino dal naso o dalla gola...

LEGGI TUTTO


mercoledì 03 giugno 2020 ore 09:25
CORONAVIRUS: SÌ AL RITORNO DEI TIFOSI ALLO STADIO
Il prof. Bassetti ha sottolineato come i malati siano diminuiti anche se non è stato ancora dimostrato se ciò è avvenuto perché il virus ha perso carica virale o perché l'organismo si è adattato, aggiungendo...

LEGGI TUTTO


venerdì 29 maggio 2020 ore 14:20
CORONAVIRUS: PROBABILE UNA SECONDA ONDATA
L'allarme lanciato sia dall'Oms, sia dall'Iss è: "in autunno ci saranno nuove ondate di coronavirus".
Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss) ha evidenziato come si sia superata...

LEGGI TUTTO



Questo sito utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies.