Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

INTOLLERANZA AL NICHEL

COME RICONOSCERLA E QUALI CIBI EVITARE

Il nichel è un metallo pesante appartenente al gruppo del ferro , così facilmente reperibile nell’ambiente da entrare in contatto con l’uomo con estrema frequenza.

Sempre più spesso si sente parlare di allergia e/o intolleranza al nichel, ciò proprio in virtù del fatto che questo microelemento si trova un po’ ovunque, anche nei cibi che mangiamo.

Partiamo da una domanda fondamentale: che differenza c’è tra allergia e intolleranza?
Parlando nella specifico di nichel, chi è allergico ha a che fare con una sintomatologia molto più evidente rispetto a chi è intollerante e deve, dunque, fare i conti con una aggressività maggiore nella manifestazione allergica. Non per questo però i sintomi da intolleranza sono meno fastidiosi o da sottovalutare.

L’allergia al nichel è soprattutto una reazione da contatto che si sviluppa, appunto, quando il nostro corpo viene a contatto con questo metallo presente in una marea di oggetti che utilizziamo ogni giorno.
L’intolleranza, invece, si manifesta dopo aver ingerito alimenti che contengono nichel e, a differenza dell’allergia, può essere temporanea: la si può, infatti, correggere con una dieta mirata che faccia recuperare la tolleranza verso alcuni alimenti.

Quali sono i sintomi dell’intolleranza al nichel?

Essi sono tanti e molto comuni. Vediamoli insieme:

  • stanchezza e malessere diffuso;
  • mal di testa;
  • gonfiore addominale;
  • aumento o perdita di peso;
  • nausea;
  • infiammazione della bocca e delle gengive;
  • problemi respiratori e tachicardia;
  • insonnia.

In presenza di uno o più sintomi sopraelencati è bene rivolgersi al proprio medico di base e, successivamente, prenotare una consulenza allergologica.
Per quanto concerne l’intolleranza al nichel, si prendono in considerazione due importanti test:

  1. Alcat test: è lo strumento più utilizzato per diagnosticare le intolleranze alimentari. Questo test è l’unico ad essere riconosciuto dalla FDA (Food and Drug Administration) americana e dalle CEE;
  2. Patch test: è un test che determina se una sostanza specifica causa un’infiammazione allergica della cute.

Ecco un elenco sommario  degli alimenti da evitare:

  • tutti quelli in scatola;
  • asparagi, funghi, cipolle ,spinaci, pomodori, legumi, lattuga, carote, cavoli, cavolfiori, crauti, carciofi;
  • piselli, lenticchie, fagioli;
  • farina integrale, farina di mais;
  • pere, prugne, uva passa;
  • nocciole, mandorle, arachidi;
  • tè, cacao;
  • margarina,  salsa di soia, lievito chimico;
  • aringhe, ostriche, gamberi, sogliole, sardine, sgombro.

Una precisazione: in caso di intolleranza accertata, le pietanze andrebbero cucinate in pentole di vetro, di terracotta o che comunque abbiano un rivestimento tale da non esserci tracce di nichel, metalli pesanti e PFOA. Inoltre, può essere utile preferire determinati tipi di cottura ad altri, per questo si consigliano: la cottura al vapore, a bagnomaria, al cartoccio e la lessatura.

Video

Articoli che potrebbero interessarti

Ultime Notizie

venerdì 03 luglio 2020 ore 18:00
Sale ancora la curva epidemica nelle ultime 24 ore, mentre diminuiscono i morti. La regione con il maggior numero di contagi rimane la Lombardia (+115 dall’ultimo rilevamento). Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta...

LEGGI TUTTO


giovedì 02 luglio 2020 ore 18:15
AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 02-07-2020
Le ultime rilevazioni evidenziano un leggero peggioramento dei numeri rispetto a 24 ore fa, infatti i morti salgono a 30 (21 nella sola Lombardia) e i nuovi positivi passano da 187 a 201 (98 in Lombardia)...

LEGGI TUTTO


mercoledì 01 luglio 2020 ore 18:10
AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 01-07-2020
Rimane stabile il numero dei morti con un piccolo aumento dei nuovi positivi (58% nella sola Lombardia).
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è...

LEGGI TUTTO


mercoledì 01 luglio 2020 ore 14:00
LE MASCHERINE SONO IMPORTANTI!
Nello studio eseguito dal professor Richard Davis, direttore del laboratorio di microbiologia clinica al Providence Sacred Heart Medical Center in Spokane, viene rimarcata l’importanza sull’uso delle mascherine chirurgiche...

LEGGI TUTTO


martedì 30 giugno 2020 ore 18:01
AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 30-06-2020
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 190.248 (+1.052 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.767 unità (+23 rispetto all’ultima rilevazione)...

LEGGI TUTTO



Questo sito utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies.