Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

ALLA SCOPERTA DELL'ARNICA, LA PIANTA CHE CURA IL DOLORE

L'Arnica (il cui nome scientifico è Arnica Montana) è una pianta medicinale appartenente alla famiglia delle “Asteraceae”, ha origine montuosa, è ghiandolosa ed  è perenne. Il suo fusto non raggiunge grandi altezze ma si attesta tra i 20 e i 60 cm, le sue foglie sono ovali e i suoi fiori di color giallo aranciato emanano un odore aromatico molto piacevole.

L'Arnica è una delle piante più utilizzate che esista. A cosa dobbiamo  questo uso massiccio?
L'Arnica è un ottimo antinfiammatorio topico, dunque viene impiegata come rimedio contro traumi esterni e fatiche muscolari.
C'è di più: questa pianta agisce anche come antidolorifico.
Uno studio di qualche anno fa ha concretamente dimostrato come l'uso  di un prodotto a base di arnica su una zona dolorante, per 3 volte al dì, abbia la stessa azione benefica dell'ibuprofene.

Per quali patologie può essere impiegata esattamente?
L'Arnica si usa in caso di:

-    Ecchimosi;
-    Lussazioni;
-    Infiammazioni;
-    Distorsioni;
-    Contusioni;
-    Edemi da frattura;
-    Fratture;
-    Strappi muscolari;
-    Tendiniti;
-    Ematomi;
-    Disturbi osteoarticolari di origine reumatica.

Questi ambiti applicativi rendono questa pianta molto usata nel mondo sportivo, dove è assai frequente incorrere in inconvenienti del genere.


A cosa si devono queste proprietà?
Si devono, in primis, alla presenza di due sostanze chimiche ivi presenti:

1. L'elenalina
2. La diidroelenalina.

Queste sostanze riducono l’infiammazione andando a intaccare i batteri responsabili.
L’arnica contiene, inoltre, olio essenziale che è una miniera di benessere perché ricco di sostanze importantissime per rafforzare il sistema immunitario. Esse sono:

- acidi grassi
- carotenoidi
- timolo
- acido caffeico e derivati
- lattoni
- acidi acetici
- glucosidi
- flavonoidi
- sostanze volatili
 - tannini
- sostanze isometriche.


In commercio si possono reperire una miriade di prodotti a base di arnica: pomate, gel, unguenti, creme e tinture madri nei quali vi sono i principi attivi estratti da fiori e radici. Sarebbe opportuno  riporre il gel, la crema o la pomata in frigorifero così da utilizzarla  fredda. Sappiamo, infatti, quanto bene faccia applicare un qualcosa di freddo nella fase acuta degli infortuni, per esempio.

Come usare i prodotti a base di arnica?
È sufficiente spalmarne una piccola quantità sulla slogatura, sul livido o sulla zona interessata dal trauma, procedendo con lievi movimenti circolari per almeno 2-3 volte al giorno.

E la tintura?
Per ottenere un effetto antinfiammatorio ottimale, la tintura va diluita in proporzione di 1 a 5, in acqua o alcool, e va applicata sotto forma di impacco direttamente sulla parte dolente, accertandosi preventivamente che la cute sia integra.

Oltre ai prodotti per uso topico, è possibile realizzare un decotto.
Come si prepara? Molto semplice: far bollire due cucchiai di fiori freschi (facilmente reperibili nella stagione estiva) in un litro d'acqua e successivamente filtrare il tutto. In questo modo si ottiene un liquido ottimo per le contusioni e le distorsioni, che potrà essere applicato con una garza.


È opportuno non assumere fiori ed estratti fitoterapici di arnica per via sistemica ( cioè oralmente) in quanto potrebbero procurare tachicardia, respiro corto, mal di stomaco, nausea e vomito.

Il discorso cambia se si tratta di estratti omeopatici, che dovrebbero essere privi di controindicazioni, ma si rimanda sempre al medico o all'omeopata prima di procedere all'assunzione.

È sconsigliato usare l’arnica  in gravidanza e allattamento e con interazione ad altri farmaci, tipo gli anticoagulanti, perché potrebbe causarne un incremento dell’effetto.
Infine, l'uso di arnica è controindicato per chi è allergico alle “Asteraceae”.

Ultime Notizie

venerdì 03 luglio 2020 ore 18:00
Sale ancora la curva epidemica nelle ultime 24 ore, mentre diminuiscono i morti. La regione con il maggior numero di contagi rimane la Lombardia (+115 dall’ultimo rilevamento). Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta...

LEGGI TUTTO


giovedì 02 luglio 2020 ore 18:15
AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 02-07-2020
Le ultime rilevazioni evidenziano un leggero peggioramento dei numeri rispetto a 24 ore fa, infatti i morti salgono a 30 (21 nella sola Lombardia) e i nuovi positivi passano da 187 a 201 (98 in Lombardia)...

LEGGI TUTTO


mercoledì 01 luglio 2020 ore 18:10
AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 01-07-2020
Rimane stabile il numero dei morti con un piccolo aumento dei nuovi positivi (58% nella sola Lombardia).
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è...

LEGGI TUTTO


mercoledì 01 luglio 2020 ore 14:00
LE MASCHERINE SONO IMPORTANTI!
Nello studio eseguito dal professor Richard Davis, direttore del laboratorio di microbiologia clinica al Providence Sacred Heart Medical Center in Spokane, viene rimarcata l’importanza sull’uso delle mascherine chirurgiche...

LEGGI TUTTO


martedì 30 giugno 2020 ore 18:01
AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 30-06-2020
Il bollettino rilasciato dalla Protezione Civile di oggi riporta che il numero dei guariti è salito a 190.248 (+1.052 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei decessi ha raggiunto le 34.767 unità (+23 rispetto all’ultima rilevazione)...

LEGGI TUTTO



LE FRAGOLE

Alimenti della salute

LE FRAGOLE

Questo sito utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies.