Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

QUALE RIPRESA NEL POST LOCKDOWN?


LETTERA APERTA DEL DOTT. SALVATORE SISINNI

Specialista in Malattie Nervose e Mentali
Primario ospedaliero di Psichiatria

In questi giorni di confusione in merito alle disposizioni da adottare all’inizio della Fase 2 della pandemia/epidemia da Coronavirus si ventila l’ipotesi che le misure restrittive della libertà di movimento delle persone anziane venga ulteriormente prolungata. Perché per l’età sono più fragili e si portano appresso più patologie. Mi viene il dubbio, a questo punto, che nel gruppo dei consulenti tecnici, che forniscono le indicazioni ai politici (al Presidente del Consiglio Conte, ai vari Governatori delle Regioni) non ci sia lo psichiatra e nemmeno il geriatra. Si ha paura giustamente della polmonite “doppia” da Covid-19 e si trascurano le malattie dell’animo che la lunga eterna quarantena può comportare: ansia, insonnia, calo dell’umore, rallentamento dei processi cognitivi, affievolimento degli affetti, depressione (la più grave complicanza). Oltre ai danni fisici della ridotta o assente attività motoria sull’apparato muscolo-scheletrico, su quello digerente che devono curare i geriatri e i fisiatri. Ovviamente si propone l’attività motoria, non agonistica, sarebbe ridicolo, ma misurata, all’aria aperta, tenendo presente che è necessario usare la mascherina e mantenersi ad una certa distanza da persone che si dovessero incontrare sul percorso. Non credo che con questi accorgimenti sarebbero esposti a preoccupanti rischi di contagio. Circola la notizia - l’ho letta sulla “Gazzetta” del 20 aprile scorso - che il Governo in questa fase di “rinascita” o “ripartenza” - così la chiamano - possa prolungare il divieto di uscire da casa agli over 70, a differenza delle altre persone. Si sarebbe espressa in tal senso la Presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen. Se ciò si verificasse non si potrebbero ravvisare gli estremi d’incostituzionalità nell’eventuale decreto-legge emanato dal Governo? Sulle varie potenzialità delle persone anziane e anche quelle vecchie i consulenti dei nostri politici si aggiornino. Mi viene il dubbio che siano rimasti ai tempi del commediografo romano Publio Terenzio Afro che scriveva: “Senectus ipsa est morbus” (La vecchiaia è per sé stessa una malattia). Da allora sono passati oltre due millenni e la Medicina ha fatto passi da gigante. Mi piace, invece, citare quello che ha scritto Sergio Zavoli nel suo libro “La lunga vita”: “In Giappone la Costituzione dichiara che i vecchi devono essere amati e rispettati, essendo coloro che per molti anni hanno contribuito allo sviluppo della società”. Da noi, invece, c’è chi mira a togliere loro il diritto di voto, quando abbiano superato i 70anni di età. E Zavoli amaramente ha aggiunto: “Nei Paesi occidentali, al passare del tempo corrispondono una progressiva esclusione dalla vita produttiva e, di conseguenza, un’ineluttabile emarginazione. E, sempre su questo tema, Francesco Antonini, fondatore negli anni Sessanta della prima cattedra di Geriatria del mondo, così si esprimeva: “Riconoscere l’importante ruolo dei grandi vecchi è indispensabile alle nuove generazioni per poter costruire pensieri e atteggiamenti positivi nella consapevolezza di guardare non a una terra isolata, ma ad un orizzonte ampio e carico di speranza”.

Circa vent’anni fa, quando ancora non ero entrato nella terza età – i 65 anni – in un mio libro scrivevo: “La società dovrebbe accantonare il concetto secondo il quale i vecchi sono quelli per i quali si deve fare qualcosa e introdurre, invece, l’idea nuova, forse anche un po’ provocatoria, che con loro si possono e si devono fare molte cose”. Altro che fare con loro molte cose…, oggi, in occasione dell’epidemia Covid-19 li si vuole chiudere in casa, a doppia mandata, e a tempo indeterminato. Non è giusto, non è umano! Contro il pericolo di prolungare per i vecchi la clausura, nella fase 2 dell’epidemia ancora in atto ha levato la sua voce autorevole l’oncologo pugliese Francesco Schittulli, facendo notare che da un po’ di tempo c’è “la tendenza a considerare gli anziani ‘persone da rottamare’, come dimostrerebbe la proposta circolata mesi fa di togliere il diritto di voto agli over 70”. Si sono associati a questo grido di protesta altri medici non meno autorevoli: Filippo Boscia (Presidente Nazionale dei Medici Cattolici), Nicola Simonetti (giornalista e medico), Raffaele Numo (reumatologo e immunologo) - per citarne solo alcuni -. Se si arrivasse a tanto, si tornerebbe indietro di quasi un secolo, quando il Nazismo impersonato dal Fuhrer Adolf Hitler, eliminava brutalmente gli handicappati, considerandoli un peso per la società. O ancora prima, ai tempi di Plauto che, in un altro contesto, scriveva nel suo libro “Asinaria”: “Homo homini lupus” (L’uomo è un lupo per un altro uomo).

Ultime Notizie

mercoledì 16 dicembre 2020 ore 17:15
La Germania chiude tutto fino al 10 gennaio. In Italia quasi settecento decessi
All’ultimo incontro governo-regioni Luca Zaia sembra aver proposto misure restrittive da zona rossa fino all’epifania chiedendo provvedimenti più rigidi rispetto a quanto previsto dal decreto Natale e dall'ultimo dpcm. A sostegno di...

LEGGI TUTTO


sabato 12 dicembre 2020 ore 17:21
Scende l’indice Rt, ma i decessi sono ancora alti
L'indice Rt in Italia scende a 0,82 ma ancora diverse regioni a rischio alto. Da domenica Lombardia, Piemonte, Calabria e Basilicata entrano in zona gialla, mentre l’Abruzzo passa in zona arancione...

LEGGI TUTTO


lunedì 07 dicembre 2020 ore 17:45
Nuove restrizioni in Puglia, mentre l’Abruzzo si autoproclama “arancione”
Il bollettino rilasciato dal Ministero della Salute di oggi riporta che il numero dei guariti in Italia è salito a 933.132(+19.638 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei...

LEGGI TUTTO


venerdì 04 dicembre 2020 ore 17:21
Cambio colore di alcune regioni e nuovo bollettino
Dopo l’analisi degli attuali indici di contagio Rt, il Ministro Speranza ha firmato le ordinanze che prevedono il cambio di colore per alcune regioni a partire da domenica 6 dicembre...

LEGGI TUTTO


venerdì 27 novembre 2020 ore 17:35
Pericolo zona rossa per la Puglia. Cala l’indice Rt nazionale
L'indice di trasmissibilità Rt calcolato sui casi sintomatici nel periodo 4-17 novembre è sceso a 1,08. Il bollettino rilasciato dal Ministero della Salute di oggi riporta che...

LEGGI TUTTO



IDENTITÀ E INTERSOGGETTIVITÀ

Psicologia e Psichiatria

IDENTITÀ E INTERSOGGETTIVITÀ

L’ALCOLISMO GIOVANILE

Psicologia e Psichiatria

L’ALCOLISMO GIOVANILE

AIUTAMI A DIMENTICARE: IL SENSO DEL RICORDO E DEL RICORDARE!

Psicologia e Psichiatria

AIUTAMI A DIMENTICARE: IL SENSO DEL …

SOS GENITORI: MIO FIGLIO E I VIDEOGIOCHI…

Psicologia e Psichiatria

SOS GENITORI: MIO FIGLIO E I VIDEOG …

IL DISEGNO NELLA PSICOTERAPIA INFANTILE

Psicologia e Psichiatria

IL DISEGNO NELLA PSICOTERAPIA INFAN …

ADOLESCENZA E DEVIANZA

Psicologia e Psichiatria

ADOLESCENZA E DEVIANZA

IDENTITÀ A PORTATA DI CLICK

Psicologia e Psichiatria

IDENTITÀ A PORTATA DI CLICK

IL RUMORE DEL SILENZIO NELLA VIOLENZA ASSISTITA

Psicologia e Psichiatria

IL RUMORE DEL SILENZIO NELLA VIOLEN …

IL TRAINING AUTOGENO, NON SOLO UN MOTTO!

Psicologia e Psichiatria

IL TRAINING AUTOGENO, NON SOLO UN M …

L'IPOCONDRIA

Psicologia e Psichiatria

L'IPOCONDRIA

LA VECCHIAIA NON È COSÌ MALE, SE CONSIDERATE LE ALTERNATIVE

Psicologia e Psichiatria

LA VECCHIAIA NON È COSÌ MALE, SE …

LA FRAGILITÀ DEL GENERE UMANO

Psicologia e Psichiatria

LA FRAGILITÀ DEL GENERE UMANO

VACCINO, QUESTO SCONOSCIUTO!

Psicologia e Psichiatria

VACCINO, QUESTO SCONOSCIUTO!

L’IMPORTANZA DELLA DIAGNOSI PRECOCE NEL DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO

Psicologia e Psichiatria

L’IMPORTANZA DELLA DIAGNOSI PRECO …

PERCHÉ È COSÌ DIFFICILE RIVOLGERSI AD UNO PSICOLOGO?

Psicologia e Psichiatria

PERCHÉ È COSÌ DIFFICILE RIVOLGER …

INFLUENCER: MODERNI LEADER O SEMPLICEMENTE PERSONE ALLA MODA?

Psicologia e Psichiatria

INFLUENCER: MODERNI LEADER O SEMPLI …

DALLA CRISI DELLA RAZIONALITÀ ALLA CRISI DELLA RELAZIONALITÀ

Psicologia e Psichiatria

DALLA CRISI DELLA RAZIONALITÀ ALLA …

QUALE RIPRESA NEL POST LOCKDOWN?

Psicologia e Psichiatria

QUALE RIPRESA NEL POST LOCKDOWN?

COVID: NEMICO PUBBLICO N. 1

Psicologia e Psichiatria

COVID: NEMICO PUBBLICO N. 1

DECRETI PER FRONTEGGIARE IL CORONAVIRUS: CONFUSIONE E CONTRADDIZIONI

Psicologia e Psichiatria

DECRETI PER FRONTEGGIARE IL CORONAV …

DALL’INCASTRO AMOROSO ALL’INCASTRO PATOLOGICO

Psicologia e Psichiatria

DALL’INCASTRO AMOROSO ALL’INCAS …

TELEMEDICINA SÌ, MA…

Psicologia e Psichiatria

TELEMEDICINA SÌ, MA…

MUSICOTERAPIA: NUOVA FORMA D'ARTE O DI SCIENZA?

Psicologia e Psichiatria

MUSICOTERAPIA: NUOVA FORMA D'ARTE O …

L'HOMO FABER È TALE IN QUANTO HOMO LUDENS!

Psicologia e Psichiatria

L'HOMO FABER È TALE IN QUANTO HOMO …

ANCORA IN TEMA DI EPIDEMIA DA CORONAVIRUS: “DI NECESSITÀ, VIRTÙ”

Psicologia e Psichiatria

ANCORA IN TEMA DI EPIDEMIA DA CORON …

IL FEMMINICIDIO, IERI E OGGI

Psicologia e Psichiatria

IL FEMMINICIDIO, IERI E OGGI

IL CIBO, IL NUTRIMENTO DELL’ANIMA

Psicologia e Psichiatria

IL CIBO, IL NUTRIMENTO DELL’ANIMA

UN SALUTO SOSPESO. LUTTO, PERDITA E CORDOGLIO

Psicologia e Psichiatria

UN SALUTO SOSPESO. LUTTO, PERDITA E …

Questo sito utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies.