Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

PERSONALITÀ PSICOPATICHE


LETTERA APERTA DEL DOTT. SALVATORE SISINNI

Specialista in Malattie Nervose e Mentali
Primario ospedaliero di Psichiatria

In questi giorni si sta parlando e scrivendo ampiamente sui telegiornali e sulla carta stampata dell’efferato fatto di sangue verificatosi a Lecce; del quale l’autore è stato un giovane 21enne, studente nella facoltà di scienze infermieristiche e vittime un giovane arbitro di calcio 37enne e la sua compagna di pochi anni più giovane. Come sempre accade, pur non conoscendo nulla (o quasi) del protagonista principale e delle sue due vittime, incolpevoli o colpevoli solo di volersi bene, si azzardano ipotesi e considerazioni di vario genere sul suddetto agghiacciante delitto. Che pare sia stato studiato a tavolino, quindi premeditato e cinicamente portato a compimento: una raffica di coltellate a lui e, subito dopo, a lei sul pianerottolo dell’appartamento che abitavano da alcuni mesi, in una via di grande traffico, a poche centinaia di metri dalla stazione ferroviaria. A tal proposito, premesso che non so nulla della personalità e del vissuto del giovane omicida voglio azzardare qualche considerazione di carattere generale.

Nei trattati di psichiatria esiste un capitolo dedicato alle “Personalità psicopatiche”, nel quale sono raggruppati “quegli individui il cui stile di vita è caratterizzato in maniera abituale da modalità abnormi di risposta agli stimoli ambientali. Trattasi di risposte egosintomatiche, prive di sensi di colpa, di resipiscenza o rimorso, emesse a spese degli altri, in assenza assoluta di disturbi psicotici che intaccano le funzioni psichiche. La personalità appare ben conservata e non presenta segni di destrutturazione o di deterioramento” (dal “Compendio di Psichiatria forense” di Ugo Fornari, EGES, Torino, 1984, pag. 95).
Sembrerebbe – il condizionale è d’obbligo – il caso di questo duplice efferato delitto. L’autore, ormai reo confesso, non ha valutato la gravità dell’atto commesso e al Magistrato che lo interrogava ha risposto: “Ho commesso una cavolata”. Pertanto, la diagnosi clinica che si potrebbe formulare è di soggetto “perverso” o “antisociale”, secondo alcuni, mentre, secondo altri, sempre esperti della materia, di “pazzo morale” (cfr. Carlo Ferrio, Trattato di Psichiatria clinica e forense, Utet, Torino, 1970, pag. 1973).

Questo caso, comunque, darà - come si suol dire - molto filo da torcere ai Magistrati, agli avvocati, ai periti medico legali o criminologi. Senza dire che – e questo aspetto mi preme sottolineare di questa incredibile vicenda - il protagonista principale è candidato ad esercitare il mestiere di infermiere, vale a dire ad aiutare i medici a preservare, a curare la salute, il bene più prezioso che le persone hanno. Un mestiere molto difficile, delicato, carico di responsabilità da espletare al meglio, secondo “scienza e coscienza”. Chi auspica ad esercitare una professione sanitaria – medico o infermiere che sia – dovrebbe, a mio avviso, essere sottoposto ad un esame preventivo da parte di un collegio di esperti (psichiatri e psicologi) che accertasse, certificandola, l’inclinazione, l’idoneità all’esercizio di tale mestiere o professione per esercitarla non basta l’intelligenza, la pazienza nello studio, ma occorre anche una certa predisposizione (in un certo senso innata) ad operare con umanità. Qualità, questa, che non si apprende sui libri o indossando semplicemente, il "fonendo" appeso intorno al collo, il fascinoso camice bianco. 

Ultime Notizie

mercoledì 16 dicembre 2020 ore 17:15
La Germania chiude tutto fino al 10 gennaio. In Italia quasi settecento decessi
All’ultimo incontro governo-regioni Luca Zaia sembra aver proposto misure restrittive da zona rossa fino all’epifania chiedendo provvedimenti più rigidi rispetto a quanto previsto dal decreto Natale e dall'ultimo dpcm. A sostegno di...

LEGGI TUTTO


sabato 12 dicembre 2020 ore 17:21
Scende l’indice Rt, ma i decessi sono ancora alti
L'indice Rt in Italia scende a 0,82 ma ancora diverse regioni a rischio alto. Da domenica Lombardia, Piemonte, Calabria e Basilicata entrano in zona gialla, mentre l’Abruzzo passa in zona arancione...

LEGGI TUTTO


lunedì 07 dicembre 2020 ore 17:45
Nuove restrizioni in Puglia, mentre l’Abruzzo si autoproclama “arancione”
Il bollettino rilasciato dal Ministero della Salute di oggi riporta che il numero dei guariti in Italia è salito a 933.132(+19.638 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei...

LEGGI TUTTO


venerdì 04 dicembre 2020 ore 17:21
Cambio colore di alcune regioni e nuovo bollettino
Dopo l’analisi degli attuali indici di contagio Rt, il Ministro Speranza ha firmato le ordinanze che prevedono il cambio di colore per alcune regioni a partire da domenica 6 dicembre...

LEGGI TUTTO


venerdì 27 novembre 2020 ore 17:35
Pericolo zona rossa per la Puglia. Cala l’indice Rt nazionale
L'indice di trasmissibilità Rt calcolato sui casi sintomatici nel periodo 4-17 novembre è sceso a 1,08. Il bollettino rilasciato dal Ministero della Salute di oggi riporta che...

LEGGI TUTTO



LA FRAGILITÀ DEL GENERE UMANO

Psicologia e Psichiatria

LA FRAGILITÀ DEL GENERE UMANO

TELEMEDICINA SÌ, MA…

Psicologia e Psichiatria

TELEMEDICINA SÌ, MA…

DOBBIAMO COINVOLGERE LA SCUOLA E ANCHE IL BULLO!

Psicologia e Psichiatria

DOBBIAMO COINVOLGERE LA SCUOLA E AN …

LA VECCHIAIA NON È COSÌ MALE, SE CONSIDERATE LE ALTERNATIVE

Psicologia e Psichiatria

LA VECCHIAIA NON È COSÌ MALE, SE …

LA DEPRESSIONE: UN “MALE” NON PIÙ “OSCURO”

Psicologia e Psichiatria

LA DEPRESSIONE: UN “MALE” NON P …

COVID: NEMICO PUBBLICO N. 1

Psicologia e Psichiatria

COVID: NEMICO PUBBLICO N. 1

IDENTITÀ A PORTATA DI CLICK

Psicologia e Psichiatria

IDENTITÀ A PORTATA DI CLICK

LA MALATTIA DI ALZHEIMER: PREVENIRE SI PUÒ, GUARIRE NON ANCORA

Psicologia e Psichiatria

LA MALATTIA DI ALZHEIMER: PREVENIRE …

L'EPILESSIA

Neurologia

L'EPILESSIA

ANCORA IN TEMA DI EPIDEMIA DA CORONAVIRUS: “DI NECESSITÀ, VIRTÙ”

Psicologia e Psichiatria

ANCORA IN TEMA DI EPIDEMIA DA CORON …

L’INCONTRO CON IL DIVERSO. EMOZIONI EVOCATE DALL’INCONTRO CON L’ALTRO NELLA DIMENSIONE DELL’ESTRANEITÀ

Psicologia e Psichiatria

L’INCONTRO CON IL DIVERSO. EMOZIO …

IL CIBO, IL NUTRIMENTO DELL’ANIMA

Psicologia e Psichiatria

IL CIBO, IL NUTRIMENTO DELL’ANIMA

IDENTITÀ E INTERSOGGETTIVITÀ

Psicologia e Psichiatria

IDENTITÀ E INTERSOGGETTIVITÀ

UN SALUTO SOSPESO. LUTTO, PERDITA E CORDOGLIO

Psicologia e Psichiatria

UN SALUTO SOSPESO. LUTTO, PERDITA E …

IL RUMORE DEL SILENZIO NELLA VIOLENZA ASSISTITA

Psicologia e Psichiatria

IL RUMORE DEL SILENZIO NELLA VIOLEN …

LA SEDUZIONE DEL GIOCO D’AZZARDO: TRA ILLUSIONE E DIPENDENZA

Psicologia e Psichiatria

LA SEDUZIONE DEL GIOCO D’AZZARDO: …

ADOLESCENZA E DEVIANZA

Psicologia e Psichiatria

ADOLESCENZA E DEVIANZA

MUSICOTERAPIA: NUOVA FORMA D'ARTE O DI SCIENZA?

Psicologia e Psichiatria

MUSICOTERAPIA: NUOVA FORMA D'ARTE O …

VACCINO, QUESTO SCONOSCIUTO!

Psicologia e Psichiatria

VACCINO, QUESTO SCONOSCIUTO!

8 MARZO. FESTA DELLA DONNA

Psicologia e Psichiatria

8 MARZO. FESTA DELLA DONNA

TRAUMA PSICOLOGICO E PSICOMICROTRAUMI. LA DIROMPENZA E LA PREPOTENZADELLE EMOZIONI

Psicologia e Psichiatria

TRAUMA PSICOLOGICO E PSICOMICROTRAU …

LO PSICOLOGO DEL COVID, CERCASI DEFINIZIONE

Psicologia e Psichiatria

LO PSICOLOGO DEL COVID, CERCASI DEF …

LA PSICOLOGIA DEL TURISMO, DA VIAGGIATORE A TURISTA

Psicologia e Psichiatria

LA PSICOLOGIA DEL TURISMO, DA VIAGG …

IL FEMMINICIDIO, IERI E OGGI

Psicologia e Psichiatria

IL FEMMINICIDIO, IERI E OGGI

Questo sito utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies.